Comunicazione beni ai soci e finanziamenti: è proroga.

Commenta per primo

A distanza di un mese, ci ritroviamo con la  ormai consueta farsa.. Venerdi alle 16.36 l’agenzia delle Entrate ha comunicato, a tre giorni lavorativi dalla scadenza, la proroga camuffata della scadenza della comunicazione dei beni ai soci e dei finanziamenti.

Quando l’Agenzia aveva adottato lo stesso sistema per la proroga (chiamiamola così per semplificare) dello spesometro, avevamo auspicato in  una seria riflessione da parte dei vertici dell’Agenzia, stessa perché non ha senso parlare continuamente di semplificazioni, salvo poi rendere tutto più complicato, anche quando non appare affatto necessario.

Mi sembra di poter dire che l’auspicata “seria riflessione” non solo non c’è stata, ma anzi, sembra che ai vertici dell’Agenzia si stia sviluppando una vena ironica, in considerazione del fatto che nel comunicato stampa, chi lo ha redatto (ci sarà un ufficio apposito?) ha avuto l’ardire di affermare che “l’Agenzia viene così incontro alle difficoltà rappresentate dai contribuenti tenuti a questi adempimenti”.

Affermazione alquanto bizzarra,  se si pensa che la versione definitiva dei modelli di comunicazione  e delle relative istruzioni, unitamente alle specifiche tecniche, è stata rilasciata solo il 27 novembre 2013 e, in base a quanto stabilito dallo Statuto dei diritti del contribuente, l’invio non poteva essere imposto ai contribuenti prima che decorressero 60 giorni, periodo che, guarda caso, scadrebbe il 26 gennaio 2014 (ossia pochi giorni prima del  termine di “tolleranza” del 31 gennaio).

Nella testa frullano  due domande angoscianti: come è possibile che professionisti, imprese, cittadini, pensionati, disoccupati….  restino inermi di fronte ad un tale scempio, in una situazione generale già così drammatica, ma soprattutto … lo faranno apposta? Perché se così non fosse la cosa sarebbe ancora più preoccupante.

Apt per Finanza in Chiaro

Articoli correlati

I più letti
FTSE Mib
Gli Ultimi Commenti
Osservatorio internazionale