I promotori finanziari, il motore della raccolta

Commenta per primo

E’ ancora il risparmio gestito il motore della raccolta. Così come indicato da Assoreti nel mese di marzo la spinta al rialzo arriva dal segmento nel quale sono maggiormente operativi i promotori finanziari, promossi nel collocamento di fondi, sicav e polizze.
 
La raccolta netta totale è pari a 1,4 miliardi in crescita del 41% rispetto al 1 miliardo del mese precedente. Il segmento gestito ha generato un flusso di 1,13 miliardi in aumento del 60% rispetto ai 705,1 milioni del mese di febbraio. In calo invece il flusso del risparmio amministrato con 292,3 milioni contro i 304,3 milioni. 
 
Le scelte di investimento continuano a privilegiare gli OICR esteri, con una raccolta complessiva pari a 952 milioni, dei quali 195 destinati ai fondi di fondi. Sui prodotti di diritto italiano di assiste invece ancora a un segno meno. Il deflusso è di 192,9 milioni contro i 182,4 di febbraio.
 
Nel gestito migliorano la raccolta sul fronte fondi con 786,1 milioni rispetto ai 405,7 milioni di febbraio e il comparto previdenziale con 365,3 milioni rispetto ai 319 milioni di febbraio. Sempre in negativo le gestioni patrimoniali i cui deflussi aumentano da 19,5 milioni agli attuali 20,9. 
 
Il contributo complessivo delle reti al sistema di OICR, attraverso la distribuzione diretta e indiretta di quote, si è attestato, quindi, nel mese su un ammontare pari a 950 milioni di euro, rappresentando il 39,6% della raccolta netta complessiva del sistema fondi (2,4 miliardi di euro). Da inizio anno, l’apporto delle reti è stato positivo per poco meno di 1,4 miliardi di euro, rispetto ai deflussi di risorse registrati dagli altri canali distributivi (-3,9 miliardi).
 
A livello societario come raccolta totale si contraddistinguono Finecobank con 421,127 milioni; Banca Mediolanum con 375,762 milioni e Azimut con 221,322 milioni. Sul fronte gestito le migliori dal punto di vista della raccolta sono state Finecobank con 255,517 milioni di flusso, seguita da Azimut con 238,665 milioni e il gruppo Fideuram con 215,525 milioni. 
 
Marcella Persola
Per approfondimenti visita www.advisoronline.it
I più letti
FTSE Mib
Gli Ultimi Commenti
Osservatorio internazionale