Investimenti: come trovare il miglior conto deposito

Redazione Commenta per primo

Il conto deposito è un tipo di investimento sicuro e certo, che consente di guadagnare qualche punto percentuale del proprio capitale ogni anno, senza correre alcun tipo di rischio. Le proposte delle banche sono diverse, conviene valutare con cura quale scegliere, basandosi anche sulle caratteristiche fondamentali di un conto deposito. Sul sito www.affarimiei.biz trovare un’interessante guida ai migliori conti deposito del 2017.

Come funzionano i conti deposito
Il funzionamento dei conti deposito è abbastanza semplice: in pratica i clienti affidano i propri soldi alla banca, vincolandoli per un certo periodo di tempo, durante il quale la banca può utilizzarli per investirli come crede. Al momento dell’apertura del conto si stipula un vero e proprio contratto, che indica l’entità degli interessi che la banca ci verserà al termine del vincolo, ricapitalizzando il conto dopo un periodo indicato sul contratto. Tale documento indica anche il tipo di vincolo posto sul conto; in alcune banche i conti deposito non hanno alcun tipo di vincolo: in pratica vi si possono versare dei soldi oggi, per prelevarli domani, accumulando solo 1 giorno di interessi. In altri casi i soldi invece sono vincolari per un preciso periodo di tempo: se il cliente li vuole prelevare in anticipo può essere costretto al pagamento di una penale.

Quanto costa un conto deposito
I conti deposito sono speso sfruttati perché garantiscono la possibilità di maturare degli interessi, cosa praticamente impossibile oggi sui classici conti correnti. Conviene però verificare se la banca cui ci stiamo rivolgendo ci propone delle condizioni interessanti. Questo perché sui conti deposito si paga l’imposta di bollo, che è pari allo 0,02 di quanto versato, una volta all’anno. Inoltre un’altra tassa, del 26%, si paga su quanto si guadagna. Per comprendere il netto degli interessi è necessario sottrarre le tasse; alcune banche nei primi anni del conto si offrono di pagare l’imposta di bollo, caratteristica che può avere la sua importanza in alcune situazioni.

Verificare l’istituto di credito presso cui si apre il conto
In passato i conti deposito erano degli investimenti a rischio zero, perché era praticamente impossibile che una banca andasse incontro a dei problemi di bilancio. La cronaca degli ultimi anni però ci ha ormai dimostrato che anche le banche possono fallire, lasciando gli investitori senza i loro soldi. Prima di aprire un conto deposito è importantissimo verificare lo stato di salute dell0istituto presso cui lo stiamo parendo, perché i nostri soldi potrebbero altrimenti finire in fumo.

I più letti
FTSE Mib
Gli Ultimi Commenti
Osservatorio internazionale