• Non vi fa paura questo grafico?
    Giancarlo Marcotti 1 Commento

    E’ il grafico degli ultimi 30 anni dello S&P500, l’indice di riferimento della Borsa americana, come vedete, ho voluto utilizzare la scala “percentuale” ponendo pari a zero il valore alla chiusura del 31 marzo 2009. Ebbene da allora l’indice a stelle e strisce ha guadagnato il 190,29%, in pratica, quindi, è quasi triplicato. Non sarebbe cambiato di molto se avessi riportato il

    Continua ...
  • Wall Street prima scende, poi recupera
    Giancarlo Marcotti Commenta per primo

    Seduta nettamente a due facce a Wall Street, per tutta la mattinata si sono viste vendite a pioggia, nel pomeriggio solo acquisti. Impressionante in particolare il recupero del Nasdaq che ha terminato la seduta addirittura in guadagno. Dato che a Borsa chiusa Apple comunicherà i suoi conti, non è che per caso qualcuno era a conoscenza che questi dati sarebbero stati migliori delle previsioni

    Continua ...
  • Il cambio Eur/Usd condiziona i mercati azionari
    Giancarlo Marcotti Commenta per primo

    Attenzione perché per capire quel che succederà sui mercati borsistici spesso occorre guardare quel che accade sui mercati valutari, ed i mercati valutari oggi han detto qualcosa. Prendiamo il cross più importante al mondo: l’Eur/Usd. Ebbene vi ricorderete senz’altro che nelle scorse settimane il passatempo più gettonato era scommettere su quando il cambio euro/dollaro avrebbe

    Continua ...
  • Se Trump mantiene la parola, per l’economia mondiale, sarà uno sconquasso
    Giancarlo Marcotti 1 Commento

    “Sarò il più grande creatore di posti di lavoro che Dio abbia mai messo sulla terra”. Trump dixit. Ed il nuovo Presidente degli Stati Uniti, in effetti, si è già vantato di aver “creato” alcune migliaia di posti di lavoro. La Ford non investirà più 1,6 miliardi di dollari in Messico, in cambio potenzierà la produzione in Michigan, impegno previsto pari a 700 milioni di dollari.

    Continua ...
  • Evitare il suicidio dell’America
    Giancarlo Marcotti Commenta per primo

    Una interessante analisi di Alfonso Tuor, economista e giornalista, pubblicata nella rubrica Tuor Blog di Ticino News. Questo è l’obiettivo della parte di establishment americano che ha sostenuto Donald Trump Tra una decina di giorni Donald Trump si insedierà alla Casa Bianca. Il passaggio dei poteri è tutt’altro che tranquillo a dimostrazione che il suo successo ha rotto il

    Continua ...
  • Mercati finanziari: il 2017 parte alla grande, però …
    Giancarlo Marcotti Commenta per primo

    Sui mercati finanziari il nuovo anno è partito nel migliore dei modi. I listini azionari fanno registrare rialzi in tutti i cinque continenti. Non c’è un solo indice di Borsa che in questa prima settimana del 2017 non abbia fatto registrare una performance positiva. Insomma nessuna nube all’orizzonte ed il sole splende su tutto il pianeta. Dobbiamo quindi essere ottimisti, se non proprio

    Continua ...
  • Un anno di Borsa: il Dow Jones di New York
    Giancarlo Marcotti Commenta per primo

    Analizzando l’andamento dei principali indici di Borsa mondiali nell’anno appena trascorso la prima considerazione che sorge spontanea è che la globalizzazione non è solo una parola, è un fatto. In ambito finanziario, tuttavia, ciò non significa che investendo in aree geografiche diverse ci si espone agli stessi rischi, certamente alcuni eventi influenzano i mercati globali in egual modo,

    Continua ...
  • Sig. De Niro rimanga pure negli Stati Uniti, di idioti in Italia ne abbiamo già abbastanza
    Giancarlo Marcotti 1 Commento

    Robert De Niro, il famoso attore americano di chiare origini italiane (sigh!), ha perso anche stavolta l’occasione per starsene zitto ed inevitabilmente si è esposto all’ennesima figuraccia. Immerso nel lusso più sfrenato, il noto attore ha perso completamente il contatto con la realtà, con il mondo reale, quello popolato dalla stragrande maggioranza dei suoi connazionali, i quali, non

    Continua ...
  • Wall Street sempre più pericolosa
    Giancarlo Marcotti Commenta per primo

    Ci siamo, il gran giorno è arrivato Indici statunitensi ancora in crescita, ma il mercato è chiaramente condizionato da un eccessivo ottimismo che potrebbe rivelarsi un boomerang. Una domanda alla Marzullo: sale Wall Street perché verrà eletta la Clinton … oppure la Clinton verrà eletta perché è salita Wall Street? Ognuno dia la sua risposta. La Borsa statunitense ha visto

    Continua ...
  • Wall Street: la Fed cerca di tranquillizzare il mercato
    Giancarlo Marcotti 1 Commento

    Non si arrestano le vendite La Fed fa quel che può, ossia assecondare i mercati, ma non basta. Le vendite hanno colpito particolarmente i titoli tecnologici. Ancora una riunione della Fed che non sarebbe azzardato definire “una sceneggiata napoletana”. Oggi la Yellen avrebbe potuto annunciare un aumento dei tassi a meno di una settimana dalle elezioni? Certamente no! Avrebbe potuto

    Continua ...
I più letti
FTSE Mib
Gli Ultimi Commenti
Osservatorio internazionale