Wall Street: Apple al massimo storico mentre crolla Facebook

No Comment
Indici americani in netta ascesa
 

 
Vola Cisco dopo la trimestrale, bene anche Home Depot e Microsoft. Giù Wal-Mart. Per Apple un nuovo massimo storico, Facebook in picchiata.
 
Giornata davvero piena di emozioni a Wall Street, una seduta tutt’altro che ferragostana, non sono stati emessi dei verdetti, ma poco ci manca.
 
Intanto le trimestrali: accolta con tripudio quella di Cisco Systems. Le voci di un buon bilancio avevano già cominciato a circolare ieri ed il titolo aveva guadagnato oltre un punto percentuale, ma oggi il rialzo, per gran parte della seduta, è risultato a due cifre.
 
E’ sempre la trimestrale alla base dell’ennesimo balzo di Sears Holdings la cui performance in questo 2012 sfiora ora le tre cifre.
 
Un outlook più prudente delle attese per quanto riguarda l’utile del corrente anno ha invece penalizzato Wal Mart.
 
Ma è dal Nasdaq che arrivano le novità più interessanti, al termine delle contrattazioni l’azione Apple viene scambiata a 636,34 dollari, nuovo record storico in chiusura, il precedente risaliva al 9 aprile scorso (636,23 dollari).
 
Oggi scadeva il primo dei lock up e, come molti temevano, sono partite nuove vendite per Facebook, ora l’azione vale 19,87 dollari, quasi la metà del valore di collocamento (38 dollari), in tre mesi un flop simile non lo ricordiamo.
 
Quindi una giornata in cui vincenti e perdenti sono stati al centro dell’attenzione, non ci si è annoiati di certo.
 
Ah dimenticavamo i dati macro, oggi era giovedì e, come al solito venivano resi noti quelli riguardanti il mercato del lavoro, i sussidi alla disoccupazione, non hanno riservato sorprese, ma la lieta novella è arrivata dal comparto immobiliare, i permessi di costruzione sono saliti ai massimi da quattro anni a questa parte, insomma ai livelli pre-crisi. Anche questo, senza dubbio, ha contribuito a far tornare l’ottimismo.
 
Dow Jones (+0,65%) da 17,35$ vola letteralmente ed atterra su quota 19,02 Cisco Systems (+9,63%), a seguire ecco l’ennesimo  rialzo per Home Depot (+2,38%), quindi Microsoft (+1,92%).
 
Sul fondo della classifica Wal Mart (-3,09%), decisamente inferiori i ribassi per McDonald’s (-0,40%) e Merck (-0,27%).
 
S&P500 (+0,71%) Emc Corp (+3,22%) il migliore di giornata, seguito da Anadarko Petroleum (+2,77%), quindi Lowe’s Comp. (+2,31%).
 
Prese di beneficio, dopo il massimo storico della vigilia, per Gilead Sciences (-2,21%), in calo anche Target Corp. (-0,91%) e  Baxter Int. (-0,87%).
 
Nasdaq (+1,04%) a parte Cisco, grande seduta anche per Sears Holdings (+6,52%), Electronic Arts (+5,50%) e F5 Networks (+4,79%).
 
Maglia nera per Perrigo (-6,58%), e male anche Dollar Tree (-1,78%) e Alexion Pharma (-1,65%).
 
Giancarlo Marcotti per Finanza In Chiaro
I più letti
FTSE Mib
Gli Ultimi Commenti
Osservatorio internazionale