03/01/2008 – PRUDENZA MA FIDUCIA

APT Commenta per primo

Dopo una seduta come quella di ieri a Wall Street in cui gli indici statunitensi hanno lasciato sul terreno oltre un punto e mezzo percentuale, non ci si poteva attendere nulla di buono dalle Borse asiatiche.

Il fatto però che l’ultima mezz’ora di contrattazione a New York aveva visto un recupero rispetto ai minimi, ha fatto sì che i cali in Asia non assumessero i contorni del tracollo.

Chiusa ancora Tokyo (per i giapponesi le feste per capodanno si prolungano sempre) è Hong Kong che al momento fa segnare il calo maggiore (-2,4%), Sidney ha chiuso con un -0,98%, ma ricordiamo che ieri era stato il solo mercato a far registrare un rialzo, Seul ha terminato le contrattazioni invariata.

Il petrolio tratta sempre sui massimi, ma dall’economia tedesca arrivano dati confortanti, la disoccupazione è ai livelli più bassi dall’unificazione in poi, per cui l’apertura delle principali piazze europee risulta solo frazionalmente negativa.

S&PMIB a 38.061 punti (+0,07%)

Miglior titolo a Fiat (+1,3%) i dati diramati ieri a Borsa chiusa sulle immatricolazioni auto in Italia sono stati particolarmente confortanti per il Gruppo torinese, recupera anche A2A (+0,9%) dopo il non brillante debutto di ieri, Saipem (+0,44%) beneficia ovviamente del prezzo del petrolio, Impregilo (+0,4%) rimbalza leggermente.

Tra i negativi segnaliamo Alitalia (-1,2%) sulla quale la volatilità la farà da padrona nei prossimi giorni, STMicroelectronics (-1,0%) che continua la discesa senza fine.

Riteniamo che questi ultimi due giorni di contrattazione con volumi limitati non porteranno variazioni sensibili, ma un recupero dai minimi potrebbe essere alla portata.

Premio WWW – Votate per FINANZA IN CHIARO

Un saluto a tutti i lettori.

Canale YouTube
COME "ABBATTERE" LA BCE
EURO DISASTRO Perché gli italiani non hanno ancora capito
PIANO B - riprendiamoci la sovranità
I più letti
FTSE Mib
Gli Ultimi Commenti
Osservatorio internazionale