07/01/2008 – ASIA IN ROSSO, MA NON CROLLA

APT Commenta per primo

La ripresa delle contrattazioni sui mercati, dopo il venerdì nero di New York, era particolarmente attesa, i listini asiatici hanno chiuso con perdite diffuse, ma non c’è stato il temuto crollo, va tenuto conto, inoltre, che per le Borse orientali la scorsa settimana si era conclusa con guadagni (esclusa Tokyo) anche di buona entità.

L’Australia termina con un -2,3%, scesa subito nei primi minuti di contrattazione, ha mantenuto questi livelli per tutta la seduta, il Giappone lascia sul terreno l’1,3% dopo essere inizialmente sceso l’indice Nikkei ha tentato un recupero che si è fermato però poco prima della parità e quindi un progressivo calo fino alla chiusura. Per la Corea un -1,76% “onorevole” se pensiamo che venerdì scorso la chiusura era stata positiva (+0,60%) ed infine le due piazze ancora aperte: Hong Kong che sta perdendo l’1,5% (ma venerdì aveva guadagnato il 2,35%), Shanghai in ribasso contenuto (-0,4%) e meglio di tutte ancora una volta Bombay (+0,58%) dopo che anche venerdì aveva guadagnato l’1,68%.

Per l’Europa sarà ancora il settore bancario sotto i riflettori, l’inizio è prudente indici del Vecchio Continente intorno alla parità.

Per quanto riguarda il nostro Paese occhi puntati su Fiat (Goldman Sachs è sempre positiva, ma la toglie dalla Conviction buy list) e su Telecom che potrebbe cedere la divisione francese di Alice (lo scrive Le Figaro).

S&PMIB a 37.394 (-0,15%)

Miglior titolo Bulgari (+0,54%) che sembra rimbalzare dopo un inizio d’anno perlomeno problematico, bene anche Popolare Milano (+0,3%) per la quale si possono fare le stesse considerazioni, ancora bene Terna (+0,3%) miglior titolo da inizio anno.

Il peggiore è Lottomatica (-1,23%), continuano nella discesa anche Impregilo (-0,9%) e Mediolanum (-0,85%).

Un rimbalzo dopo i crolli potrebbe essere uno scenario possibile, ma il mercato resta estremamente “nervoso” e necessita di dati positivi ed una maggiore fiducia che possa “calmarlo” ed indirizzarlo verso un recupero più strutturale.

Un saluto a tutti i lettori.

Canale YouTube
COME "ABBATTERE" LA BCE
EURO DISASTRO Perché gli italiani non hanno ancora capito
PIANO B - riprendiamoci la sovranità
I più letti
FTSE Mib
Gli Ultimi Commenti
Osservatorio internazionale