19/10/2007 – Settimana pesante

APT 1 Commento

Si chiude una settimana molto negativa a Piazza Affari, l’S&PMIB lascia sul terreno il 2,96%, con 6 titoli positivi 33 negativi e 1 invariato.

Miglior titolo della settimana AEM (+2,49%) la municipalizzata milanese ha beneficiato, oltre che dei soliti rumors, del fatto che in questi periodi gli investitori privilegino società in grado di generare cassa, questa ipotesi viene confermata dal secondo posto di Atlantia (+1,31%), positive, anche se con un guadagno inferiore al punto percentuale, Terna, Alitalia per la quale si avvicina il momento della verità, Snam rete Gas e Fiat.

Sul fondo della classifica troviamo Lottomatica (-9,25%) i cui guai con il fisco preoccupano gli investitori, Buzzi Unicem (-7,21%) sempre nella bufera il settore costruzioni, Unicredito (-6,55) la cui “striscia rossa” si è allungata a otto sedute. In pesante calo anche Mediolanum, Fastweb, Italcementi e Luxottica sulla quale pesa in maniera determinante il continuo scivolamento del dollaro che ha toccato minimi storici senza che le banche centrali diano segni di voler intervenire.

Vogliamo però sottolineare la performance di Generali il cui risultato (-1,85%) è sì in rosso, ma molto meno di quanto ci si poteva attendere, visti i report pesantemente negativi rilasciati in settimana dalle due maggiori banche d’affari mondiali; segno questo che gli investitori hanno dato meno peso del solito a giudizi che, a nostro avviso, sono frutto di giochi di potere e non trovano giustificazione nei bilanci e nelle prospettive del gruppo assicurativo Triestino. Ricordiamo, per inciso, che tenendo conto dell’operazione straordinaria dello scorso maggio oggi Generali quota vicino ai massimi degli ultimi sei anni.

Abbiamo così assistito ad una brusca interruzione della ripresa in atto dai minimi di agosto, la domanda classica da un milione di dollari è: abbiamo assistito ad una settimana di fisiologico ribasso inserita in un trend rialzista cominciato lo scorso Ferragosto o è stata la ripresa delle scorse settimane ad essere un fisiologico rialzo inserito in un trend ribassista cominciato all’inizio dello scorso maggio?

La risposta, naturalmente, la può dare solo il tempo.

Buon fine settimana a tutti i lettori di Finanza In Chiaro.

  • Luca

    Bella la domanda da un milione di dollari (un po’ svalutati per la verità). Io sono pessimista. Grazie e complimenti.

Canale YouTube
COME "ABBATTERE" LA BCE
EURO DISASTRO Perché gli italiani non hanno ancora capito
PIANO B - riprendiamoci la sovranità
FTSE Mib
Gli Ultimi Commenti
Osservatorio internazionale