22/11/2007 – WALL STREET, CHE DELUSIONE!

APT Commenta per primo

Visto che oggi Wall Street resterà chiusa per la “Festa del Ringraziamento”, e domani potrà essere considerato un femifestivo per il “ponte” del quale molti statunitensi vorranno usufruire, consideravamo la giornata di ieri estremamente importante sotto l’aspetto psicologico.

Alla partenza negativa, ulteriormente appesantita dal dato inferiore alle attese del superindice, comunicato mezz’ora dopo l’apertura, avevamo visto con estremo favore il recupero che gli indici principali stavano mettendo a segno nel proseguo della giornata.

Ad un’ora dalla chiusura il Nasdaq aveva addirittura azzerato le perdite e il Dow Jones le aveva estremamente ridotte, a questo punto una improvvisa quanto inattesa virata riportava gli indici a perdere ben oltre il punto percentuale ed il Dow Jones a chiudere sui minimi con una discesa di 50 punti negli ultimi tre minuti di contrattazione.

Questo è stato un bruttissimo segnale, indicativo del timore degli investitori, le borse asiatiche hanno quindi chiuso con perdite anche se non marcate, solo il Nikkei ha registrato un +0,34%.

L’apertura dell’Europa è così piatta e non si vedono segnali di recupero dopo la disastrosa giornata di ieri. Fa eccezione Air France KLM che comunicando un raddoppio degli utili ha aperto con un +7,0%, questa notizia influirà certamente sulla nostra Alitalia.

L’S&PMIB apre a 37.496 (+0,37%).

Alcuni titoli fra i più penalizzati ieri tentano un recupero, miglior titolo per Impregilo (+1,6%), Fiat (+1,4%) sulla conferma da parte del management di un riacquisto di azioni proprie avvenuto intorno al prezzo di 17,5 euro, Finmeccanica (+1,3%), Prysmian (+1,2%).

Insignificanti i ribassi.

Sono arrivate diverse riduzioni sui prezzi obiettivo degli assicurativi da parte di Deutsche Bank che riguardano anche Generali, Alleanza e Fondiaria Sai.

Una buona giornata a tutti i lettori di Finanza In Chiaro.

Canale YouTube
COME "ABBATTERE" LA BCE
EURO DISASTRO Perché gli italiani non hanno ancora capito
PIANO B - riprendiamoci la sovranità
I più letti
FTSE Mib
Gli Ultimi Commenti
Osservatorio internazionale