28/12/2007 – MILANO LA MIGLIORE (SOLO OGGI)

APT 2 Commenti

L’ultimo giorno di contrattazione dell’anno ci riserva una sorpresa, una volta tanto la nostra Piazza Affari è stata la migliore in Europa.

In una giornata interlocutoria, alcuni temi hanno privilegiato il listino milanese, Alitalia innanzitutto, ma non solo. Wall Street ha aperto in rialzo, ma non quanto si poteva presumere visti i futures, si vocifera di un taglio dei tassi “straordinario” che potrebbe effettuare la Fed, ma crediamo poco ad una ipotesi simile.

S&PMIB a 38.554 punti (+0,55%)

E’ stato il gran giorno di Alitalia (+8,3%), ma anche l’annuncio decisivo è arrivato in modo farsesco.

Dopo che, soltanto ieri, Romano Prodi nella importante conferenza di fine anno annunciava che la decisione sarebbe stata presa a metà gennaio, oggi, a meno di 24 ore di distanza, il Ministro dell’Economia Padoa Schioppa ha comunicato che la scelta della trattativa in esclusiva è ricaduta su Air France (come già preannunciato dalla stampa statunitense giorni fa).

Che la decisione sia stata presa senza né consultare né avvertire il Presidente del Consiglio?

Ma in ogni caso, perché far fare una figura così meschina alla più alta carica governativa?

Non che sia la prima, il nostro Premier è ormai abituato a magre simili, il suo parere sembra proprio non interessi a nessuno, ma perlomeno evitiamogli di essere deriso fino a questo punto!

Forse il protocollo non esiste più, ma l’educazione sì!

Torniamo ai nostri titoli.

Chiude in bellezza, e questo è proprio un addio, AEM (+3,1%) in quanto dal 2 gennaio non saranno più quotate entrambe le società (AEM e ASM) bensì la nuova A2A, l’utility meneghina ha la soddisfazione di lasciare il listino con una quotazione (3,1375 euro) che non vedeva più dal 2000, anno della bolla speculativa. Ottima performance anche per Fiat (+2,5%) che ritorna a 17,7 euro, sull’azienda del Lingotto forse sta tornando un po’ di ottimismo dopo parecchio tempo. Sono da sottolineare anche i rialzi di Prysmian (+3,1%) e Saipem (+2,3%).

Tra i pochi ribassi l’unico di una certa consistenza è stato quello di Finmeccanica (-1,2%) sulla quale, nell’ultimo giorno dell’anno, si sono abbattute le prese di beneficio dopo i continui rialzi dei giorni scorsi.

Non abbiamo volutamente accennato alle performance annuali, visto che nei prossimi giorni dedicheremo alle varie borse degli speciali per l’anno che, borsisticamente, si è concluso con la seduta odierna, rimandiamo quindi anche alla pubblicazione di questi articoli gli auguri per un prospero 2008 con Finanza In Chiaro.

Premio WWW – Votate per FINANZA IN CHIARO

Un saluto a tutti i lettori.

  • Paolo

    non ho ben capito le AEM a che prezzo diventeranno A2A dal 2 gennaio, qualcuno mi aiuta? grazie e buon 2008 : - )

  • Giancarlo Marcotti – Finanza In Chiaro

    Gent.mo Paolo, per i vecchi azionisti AEM nulla cambia, tranne la denominazione sociale.
    Gli azionisti ASM si vedono attribuire 8 nuove azioni A2A in cambio di 5 vecchie, oltre ad aver avuto un dividendo straordinario di 0,11 euro per azione.
    Quindi l’azione A2A ripartirà da 3,1375 euro
    La A2A, avrà una capitalizzazione totale superiore ai 9 miliardi di euro in quanto le azioni aumentano da 1,8 a 3,1 miliardi; la percentuale in mano pubblica, però, si incrementa dal 43 al 55%, di conseguenza il cosiddetto Free Float Mcap passa da 3,12 a 4,33 miliardi di euro.
    Questo aumento di capitalizzazione ha fatto ottenere alla nuova società un peso maggiore nell’S&PMIB e nell’Eurostoxx 600, motivo che ha contribuito all’apprezzamento registrato in questi ultimi giorni dei titoli coinvolti nella fusione, e che potrebbe proseguire anche nelle prossime giornate.
    Invio a Paolo e a tutti i lettori i miei migliori auguri per un prospero 2008.

Canale YouTube
COME "ABBATTERE" LA BCE
EURO DISASTRO Perché gli italiani non hanno ancora capito
PIANO B - riprendiamoci la sovranità
FTSE Mib
Gli Ultimi Commenti
Osservatorio internazionale