Grecia: sapete perché dovrebbero essere processati Monti e la Fornero?

Giancarlo Marcotti Commenta per primo

La Grecia è fallita da tempo, così come sono falliti tutti i Paesi del “socialismo reale”, si sono susseguiti per anni Governi considerati di destra e di sinistra, ma nella realtà entrambi non hanno fatto che politiche demagogiche e populiste.

Questi schieramenti politici erano guidati da due “famiglie”, proprio come avviene con la mafia, le due famiglie non si sono però trucidate a vicenda in una faida sanguinosa, ma hanno raggiunto un accordo per cui si alternavano alla guida del Paese.

Ed allora possiamo dire “povero popolo greco messo sul lastrico dalla mafia”?

Macché!!!

Il principale colpevole del disastro Grecia è proprio il popolo greco!!!

Un popolo che sapeva benissimo da chi era governato, e sfruttava proprio la situazione “vendendosi” al miglior offerente!!!

Il Pasok (il partito socialista greco) “offriva” altri 50.000 impieghi pubblici? Ed allora i greci si rivolgevano a Nea Dimokratia (il partito liberal-conservatore) dicendo: tu quanto offri? E questi, per vincere le elezioni, rilanciava.

E questa situazione è andata avanti così per decenni!!!

In 30 anni dal 1981 al 2010 i dipendenti pubblici in Grecia sono ben più che raddoppiati passando da poco più di 300.000 a quasi 800.000 persone (Fonte: Ministero delle Finanze della Grecia). E tutti questi “lavoratori” avevano una serie infinita di privilegi inimmaginabili, ne cito solo due: potevano andare in pensione a 50 anni, e … udite udite … venivano assegnati vitalizi alle figlie nubili.

Naturalmente non andrebbero dimenticati i “bonus” più stravaganti come quello erogato ai forestali per il “lavoro all’aria aperta”, oppure quello per “la puntualità” attribuito ai dipendenti pubblici che si recavano al lavoro in orario.

E finiva tutto qui? Ma neanche per idea, perché ognuno, poi, cercava di “arrotondare” il proprio stipendio visti i diffusissimi fenomeni di corruzione.

Ovviamente vi chiederete come facevano i pochi lavoratori privati ed in particolari gli autonomi, ossia imprenditori, artigiani e commercianti ad accettare tutto questo.

Semplice! Non pagavano le tasse!!!

L’evasione era una pratica non solo diffusa, ma imperante.

Ed allora chi pagava tutto ciò?

Ancora più semplice! I debiti!!!

All’inizio erano gli stessi greci che sottoscrivevano i loro titoli dello Stato, ma, visto che non sono scemi, e soprattutto che conoscevano perfettamente la situazione, si sono ben guardati dal continuare a sovvenzionare uno Stato destinato inevitabilmente al fallimento.

Ed ecco allora che i soldi sono cominciati ad arrivare da fuori, dopo però “l’haircut” del 2012, ossia il taglio del debito, ossia il fallimento di fatto della Grecia, non c’è stato più nessun cretino, greco o non greco, che abbia di proposito investito un solo euro nel debito greco, quindi i soldi sono arrivati dagli altri Stati dell’eurozona, dalla Bce e dal Fmi.

Ed ecco quindi che anche noi italiani, grazie ai vari Monti, Letta e Renzi, siamo andati a dare i soldi alla Grecia.

Perché andrebbero processati Monti e la Fornero?

Per avere creato gli esodati e dato quei soldi ai greci che hanno così potuto continuare a pagare le loro pensioni a chi aveva smesso di lavorare a cinquanta anni!!!  

E sapete cosa c’è di ancora più assurdo in tutta questa situazione?

Che alcuni esodati, in questo momento, sbandierando i vessilli della sinistra, stanno urlando: “Forza Grecia, tieni duro! Che la Troika non la spunterà!”

PAZZESCO!!!

Giancarlo Marcotti per Finanza In Chiaro

Articoli correlati

Canale YouTube
COME "ABBATTERE" LA BCE
EURO DISASTRO Perché gli italiani non hanno ancora capito
PIANO B - riprendiamoci la sovranità
FTSE Mib
Gli Ultimi Commenti
Osservatorio internazionale