Dichiarazioni di Pier Carlo Padoan (senza commento)

Giancarlo Marcotti 2 Commenti

Riporto, trascrivendole fedelmente, alcune dichiarazioni pubbliche del nostro Ministro dell’economia Pier Carlo Padoan.

 

Visto il surplus primario che andrà aumentando, visto la crescita che andrà aumentando e visto il costo del debito che è in diminuzione, come tutti sappiamo, tutte queste cose, aritmeticamente, indicano che il debito scenderà forse più rapidamente di quanto pensiamo

05/05/2014 – Riunione Eurogruppo, Bruxelles 

 

Le vulnerabilità non ci sono, il debito comincerà a scendere. La ricchezza finanziaria del settore privato è elevata, c’è pochissimo debito privato nell’economia e questo lo dice lo stesso rapporto OCSE nell’analisi degli indicatori di vulnerabilità. Noi siamo messi meglio fra i Paesi OCSE

03/06/2015 Consiglio OCSE

 

Il deficit c’è ma sta scendendo. Noi siamo uno dei pochi Paesi della Zona euro in cui il deficit è al di sotto del 3% e continua a scendere. Non solo, ma a partire dall’anno prossimo il debito, che naturalmente è una delle grosse ancore contro … diciamo con cui dobbiamo fare i conti, comincerà a scendere. A partire dal 2007 questo non succedeva

03/06/2015 Ospite alla trasmissione Ballarò

 

Le risorse provenienti dalle privatizzazioni ridurranno il debito pubblico. Inoltre è un’opportunità per rinforzare le aziende e renderle più aperte al mercato globale, come il caso di Eni ed Enel

04/12/2015 – Conferenza Internazionale

 

La crescita è in buona parte trainata dall’effetto delle misure del Governo in termini di riforme ed investimenti. Questa crescita si accompagna con un continuo miglioramento delle finanze pubbliche, sia in termini di saldo deficit/pil sia in termini di debito che scende a cominciare dal 2016

08/04/2016 – Palazzo Chigi

 

Nessun commento.

Ricordo solo che Pier Carlo Padoan è diventato Ministro dell’Economia il 22 febbraio 2014, giorno in cui si è insediato il Governo Renzi.

Nel febbraio 2014 il nostro debito pubblico era pari a:

2.107,630 miliardi di euro

A marzo del 2016 (ultimo dato ufficiale) il debito pubblico ammontava a:

2.228,748 miliardi di euro

Quindi in 25 mesi è aumentato di 121,118 miliardi di euro

Ossia di 159 milioni di euro al giorno

Ossia di 110.000 euro al minuto

Giancarlo Marcotti per Finanza In Chiaro

Articoli correlati

  • Mario Botta

    debito Italiano aumentato: “Ossia di 110.000 euro al minuto” di cui 100 euro sono per il costo dell’aereo del primo ministro. Sono scemi o sono come quelli che si fanno pignorare il quinto dello stipendio anche per aver comprato il flat TV a rate?

  • antonio maria cacciapuoti

    è dal 1948 che mettono raccomandati dappertutto, non pretendiamo che questo quì sia un genio in grado di capire come funziona. Magari è pure intelligente nella media ma non mi sembra il massimo della lungimiranza; che poi tanto il magna-magna è assicurato

Canale YouTube
COME "ABBATTERE" LA BCE
EURO DISASTRO Perché gli italiani non hanno ancora capito
PIANO B - riprendiamoci la sovranità
FTSE Mib
Gli Ultimi Commenti
Osservatorio internazionale