5 buoni motivi per investire nel petrolio

Redazione Commenta per primo

La materia prima preferita dagli investitori è sempre stata l’oro, ma la tendenza sta cambiando. Si parla, infatti, sempre più dell’importanza del petrolio sui mercati finanziari. Perché investire nell’oro nero è diventato così interessante? Ecco 5 buoni motivi.

1) Il corso del petrolio non è mai stato così basso

La principale ragione per la quale è giunto il momento di investire nel petrolio sta nel fatto che il suo corso è attualmente ai minimi storici (intorno ai 45 dollari USA). Questo record è il frutto di un brusco calo dovuto a diversi fattori: l’incremento delle scorte mondiali (a seguito del probabile ritorno sul mercato dello stock iraniano), il recente aumento dei pozzi negli Stati Uniti, la concorrenza del gas di scisto…

2) Il petrolio è un asset “facile”

Il prezzo del petrolio è un valore fondamentale nei mercati finanziari, su cui si basa la strategia della maggior parte dei trader. Il petrolio è, infatti, una commodity “facile” da negoziare, perché influenzata da fattori facilmente identificabili: gli eventi industriali, la situazione politica dei paesi esportatori, la disponibilità delle scorte, la produzione, la domanda… Il petrolio ha raggiunto il livello più basso del mese di agosto 2015, ma secondo gli esperti del sito Bariledipetrolio, le prospettive economiche dell’oro nero dovrebbero registrare “una fiammata speculativa entro i prossimi mesi o al massimo nel 2017”. Ecco perché se si vuole investire su questa materia prima, bisogna farlo adesso.

3) Il petrolio è accessibile a tutte le tasche

Non tutti gli asset sono adatti alle piccole tasche. Per esempio, le azioni sono in genere molto costose e soggette a soglie minime di investimento imposte dalle banche o dai broker (a volte 10.000 €). Invece, l’investimento in petrolio è aperto a tutti. Per esempio, chi decide di investire nel petrolio con il Forex può farlo anche con pochissimi dollari.

4) Il petrolio è molto redditizio

Caratterizzato da un’alta volatilità, l’investimento in petrolio può comportare rischi ma anche alti rendimenti in breve tempo.

5) Tanti modi per investire

Chi vuole investire nel petrolio può scegliere tra diverse opzioni, adatte a qualsiasi profilo di investitore, a seconda dell’importo, dell’avversione al rischio e della durata dell’investimento. I principali modi per investire nel petrolio sono:

  • La borsa: è il canale di investimento classico. Permette un miglior controllo del rischio, ma è destinato a investitori a lungo termine dotati di un capitale significativo.
  • Il forex di opzioni binarie: è davvero aperto a tutti, anche senza conoscenze di trading. Basta prevedere se il prezzo del petrolio andrà verso l’alto o verso il basso, indipendentemente da quanto aumenti o diminuisca. Il guadagno non dipende dalla grandezza della variazione, ma è fisso e oscilla tra il 75 e il 90% del capitale investito.

In conclusione, il petrolio rappresenta davvero un’opportunità di investimento da cogliere al volo. Il suo corso così basso non è destinato a durare. Anche se in modo più lento rispetto alla repentina caduta, i prezzi del petrolio saliranno. Meglio approfittarne prima che sia troppo tardi.

 

Articoli correlati

Canale YouTube
COME "ABBATTERE" LA BCE
EURO DISASTRO Perché gli italiani non hanno ancora capito
PIANO B - riprendiamoci la sovranità
FTSE Mib
Gli Ultimi Commenti
Osservatorio internazionale