Arriva la bocciatura dall’UE: euforia a Piazza Affari

Giancarlo Marcotti Commenta per primo

Borse: frecce verdi dappertutto

Gran rimbalzo per il settore bancario, bene anche il risparmio gestito ed Stm. Sul fondo A2A, Campari e Luxottica.

Per molti, sedute come quella odierna, sarebbero la conferma che i mercati finanziari non si comportano in modo razionale, ma chi la pensa così non conosce il mondo della finanza, nel quale si guadagna (e naturalmente si può anche perdere) solo rischiando.

Così come sulla buona notizia si vende, sulla cattiva notizia si compra. Ed è quello che è accaduto oggi. La bocciatura della manovra italiana da parte dell’Unione europea è arrivata oggi, ma era una notizia “vecchia”. Oggi si guarda avanti.

Ed ecco così spiegate le performance di Parigi (+1,0%) di Londra (+1,5%) e di Francoforte (+1,6%).

Ma soprattutto ecco spiegato l’andamento di Piazza Affari con il nostro Ftse Mib (+1,41%) che è stato trainato dall’exploit dei titoli del comparto bancario.

Vola Banco BPM (+7,62%) che riguadagna, e con gli interessi, quanto aveva perso ieri, ora il recupero di quota 2 euro non sembra più un miraggio. Molto bene anche le altre Popolari, Bper Banca (+3,61%) ed Ubi Banca (+2,84%), sono arrivati anche rimbalzi “benedetti” per Intesa Sanpaolo (+2,83%) ed Unicredit (+1,83%), sale di un punto percentuale anche Mediobanca (+1,05%).

Rimbalza su quota 12 euro Stmicroelectronics (+4,76%), come era già accaduto circa un mese fa, ora gli azionisti naturalmente si augurano di aver toccato il fondo e che possa così invertirsi il trend ribassista in atto.

Ossigeno puro anche per Banca Mediolanum (+4,26%) che ha nettamente sovraperformato il comparto: Banca Generali (+1,97%), Azimut (+1,16%) e Finecobank (+0,35%).

Mettono a segno performances superiori ai tre punti percentuali anche Poste Italiane (+3,29%) e Brembo (+3,05%).

In rosso titoli che nei “traballanti” giorni scorsi avevano maggiormente tenuto, come A2A (-1,65%) e Campari (-1,14%).

Continua invece il momento nero per Luxottica (-1,06%), la multinazionale leader mondiale dell’occhialeria nelle ultime cinque sedute ha lasciato sul terreno oltre otto punti percentuali.

Giancarlo Marcotti per Finanza In Chiaro          

Articoli correlati

Canale YouTube
COME "ABBATTERE" LA BCE
EURO DISASTRO Perché gli italiani non hanno ancora capito
PIANO B - riprendiamoci la sovranità
I più letti
FTSE Mib
Gli Ultimi Commenti
Osservatorio internazionale