IMU – Guida pratica e completa: le risposte ai lettori (da #44 a #52)

 

Francesco via mail
Cercando una risposta al mio “dilemma” mi sono imbattuto sul vostro sito e mi sono permesso di scrivervi. Sono in comunione dei beni con mia moglie, e a parte l’abitazione principale, cointestata e quindi “facile” per quanto riguarda il calcolo IMU, ho due altri problemini:
1. mia moglie è unica intestataria di una seconda casa non derivante da eredità donazioni o altro: essendo in comunione dei beni devo comunque pagare metà dell’IMU su quella casa o deve figurare solamente mia moglie come soggetto passivo
2. abbiamo una casa cointestata in altro comune, ma l’anno ho scorso ho acquistato un box pertinenziale intestato solamente a me. Anche in questo caso, l’IMU sul box devo pagarla solamente io o devo dividere a metà con mia moglie?
Francesco
 
Se la moglie è l’unica intestataria dell’immobile è l’unica tenuta a pagare il tributo, che non essendo prima casa sarà equamente diviso tra comune e stato. Stesso dicasi per il garage, dove essendo stato acquistato solo dal marito risulta essere il soggetto passivo.
 
 
# 44
buongiorno,
la cifra da indicare nell’importo da versare deve essere riportata approssimandola all’euro più vicino oppure occorre indicare l’importo esatto con le due cifre decimali?
grazie per l’attenzione
Di vanessa  (inviato il 04/06/2012 @ 11:08:03)
 
Il pagamento dei tributi locali deve essere effettuato con arrotondamento all’euro per difetto se la frazione è inferiore a 49 centesimi, ovvero per eccesso se superiore a detto importo, questo per il versamento mediante F24 normale. Per quanto riguarda il modello F24 semplificato, che ormai abbiamo capito non è semplificato per nulla, si procede, gli importi devono sempre essere indicati con le prime due cifre decimali, anche se queste sono pari a zero (ad esempio: somma da versare pari a 52 euro, va indicato 52,00). In presenza di più cifre decimali occorre arrotondare la seconda con il seguente criterio: se la terza cifra è uguale o superiore a 5, si arrotonda al centesimo per eccesso, altrimenti per difetto (ad esempio: 52,755 euro arrotondato diventa 52,76; 52,758 euro arrotondato diventa 52,76; 52,752 euro arrotondato diventa 52,75).
 
 
# 45
Buongiorno,
due domande: Io ho una prima casa in possesso al 50%, la detrazione deve essere di 200euro o solo di 100? Tenga presente che il restante 50% è di mio fratello ma come seconda casa.
Inoltre ho una seconda casa in altro comune, il codice di rateizzazione è 0101 ma posso pagare il primo acconto del 50% o devo pagare tutto in un’intera rata? grazie mille
Di Martina (inviato il 04/06/2012 @ 11:40:36)
 
Per quanto riguarda la prima domanda si è già data la risposta individuando correttamente come per lei si tratti di prima casa, mentre per suo fratello di seconda casa. A lei spetta la completa detrazione pari a 200,00 euro. Per quanto riguarda invece la seconda domanda deve compilare il campo acconto e indicare il codice rateazione 0101 se intende pagare un unico acconto (parlando chiaramente di abitazione principale) al 18/06/2012, In tale data dovrà versare al comune l’importo pari al 50% del tributo calcolato con i modi stabiliti.
 
 
# 46
Buon pomeriggio. Ho letto la Vs. risposta affermativa a proposito del seguente quesito già proposto: “Volevo cortesemente chiedere se il codice “EL” per l’IMU vale sia per il rigo relativo alla quota dovuta ai comuni che alla quota destinata allo stato”. Ma allora perché hanno inserito il codice ER? A rigor di logica la quota spettante allo stato è destinata all’erario e dovrebbe avere il codice ER, perché su un altro sito ho letto che la quota spettante allo stato deve riportare la dicitura ER, ma se poi si legge sulle istruzioni del modello F24 semplificato si legge che per lo IMU si deve mettere il codice EL, però…………Se uno sbaglia, codice o dicitura, deve ripagare la stessa cifra per cui ha commesso l’errore. Sono molto confuso a riguardo potete chiarirmi le idee? Distinti Saluti.
Di Guido (inviato il 04/06/2012 @ 14:07:16)
 
Vede carissimo Guido, le idee chiare su come pagare l’IMU sono ormai un’utopia. Tra decisioni, contro decisioni, circolari, contro circolari, al povero cittadino che a questo punto chiederebbe solo delle istruzioni chiare, semplici, precise, per poter adempiere, anche se controvoglia, al proprio dovere, vengono propinate tutta una serie di ingarbugliatissime indicazioni spesso una in contraddizione con l’altra. Quindi vige la regola del buon senso: se hanno creato il codice ER per la parte di tributo destinata allo stato indichiamola. Per quanto concerne l’” errore” da ripagare, allora non ci resta che sorridere. Nessuno potrà mai richiedere una cifra già pagata, solo per un semplice errore formale. C’è fior di giurisprudenza in questo senso, non abbia timore.
 
 
 
 
 
 
# 47
Io e mia moglie abbiamo i nostri immobili in regime di comunione dei beni, il mod.F 24 lo dobbiamo compilare entrambi ognuno per se con la quota del 50% ciascuno, oppure posso compilare io solo con la quota del 100% Grazie
Di Michele Ruotolo (inviato il 04/06/2012 @ 16:06:26)
 
Ogni soggetto passivo deve compilare e versare la propria parte di tributo, quindi compili un F24 per sé e uno per la sua signora.
 
 
# 48
F24 SEMPLIFICATO — Per la seconda casa è previsto che il 50% “vada” al comune (EL e codice 3918) e l’altro 50% “vada” all’Erario (ER codice 3919). Almeno questo è quello che ho capito leggendo le varie risposte. Le chiedo gentilmente se è a conoscenza che le istruzioni per il pagamento dell’IMU utilizzando il modello F24 semplificato facciano riferimento al solo codice EL sia per il comune che per l’Erario. Grazie Marco Claudio
Di Marco Claudio (inviato il 04/06/2012 @ 16:24:41)
 
Come dicevo nella risposta al commento 46, il modello F24 semplificato non sembra avere facilitato proprio nessuno. Se hanno inventato questo codice allora usiamolo.
 
 
# 49
per un immobile estero vorrei sapere quali codici debbo utilizzare nel modello di pagamento, fermo restando che l’aliquota è dello 0.76%.Ritengo che l’intero importo sia attribuibile al codice 3912,ma per quanto indicato al “codice ente” che cosa ci scrivo?
Di giuseppe gigli (inviato il 04/06/2012 @ 16:39:22)
 
Non vorrei aver capito male la domanda, ma per gli immobili detenuti all’estero non si paga l’IMU ma l’ IVIE l’imposta sul valore degli immobili situati all’estero. Mi faccia sapere se ho male interpretato il quesito
 
# 50
per l’abitazione principale, se l’imposta risultante è negativa va indicata nel modello F24? Grazie
Di Pierluigi (inviato il 04/06/2012 @ 17:46:59)
 
L’imposta non può essere negativa al massimo è pari a zero. Difatti le eventuali detrazioni vanno a coprire fino al massimo l’imposta dovuta, ma non creano mai un credito.
 
 
# 51
Ciao. Mio padre è morto il 19/05. Secondo me deve pagare il saldo dell’IMU dovuta (dunque il 100% per 5 mesi), mentre tutti i programmi mi calcolano i 5 mesi e poi mi dividono il risultato a metà, rimandandomi così a dic. Dal canto suo mia madre, titolare del diritto di abitazione, deve pagare il 100% relativo al mese di giugno. A dic. dunque mio padre pagherà eventuali differenze solo in caso di variazioni delle aliquote. Mentre mia madre pagherà i restanti 6 mesi + eventuali saldi per differenze aliquote per il mese già versato. Voi che dite? E’ corretta la mia interpretazione? In ogni caso, debbo barrare per entrambi la casella “acconto”? Grazie. Di Mara (inviato il 04/06/2012 @ 18:08:07)
 
 
 
Sarà mia cura informarmi adeguatamente in merito al caso che mi propone, eventualmente facendo delle simulazioni. Le darò una risposta precisa al più presto. Sarebbe così cortese nel frattempo segnalarmi il comune dove sono situati gli immobili?
 
 
# 52
 
Buongiorno, in caso di abitazione principale con un box di pertinenza, nella colonna numero immobili del mod F24 semplificato devo indicare 1 o 2 immobili? Grazie
Di Albina (inviato il 04/06/2012 @ 18:38:51
 
Deve indicare il numero 2

 

 

APT per Finanza In Chiaro