La Nestlé va in orbita

La Nestlé lancerà in Francia il prossimo anno una delle più grandi campagne pubblicitarie della storia, tutta centrata sulla barretta di cioccolato KitKat.

La campagna pubblicitaria sarà legata ad un concorso che prevede come premio finale, per i fortunati consumatori estratti, due viaggi nello spazio.

La promozione  riguarderà 25 milioni di barrette KitKat che saranno poste sul mercato a partire dal mese di gennaio.

 I viaggi, di un valore di 200.000 dollari ciascuno, sono previsti per l’inizio dell’anno 2010 e faranno parte di un programma di voli commerciali organizzati dalla società del settore Rocketplane.

 “ I voli dureranno circa quattro ore e raggiungeranno un’altitudine di 100 chilometri. Sarà così possibile osservare la curva della Terra” – spiega Muriel Koch, responsabile marketing della Nestlé Francia.

La compagnia Rocketplane fa parte della ristretta schiera di società che si occupa di turismo spaziale. Gli altri gruppi coinvolti nelle proposte di viaggi spaziali sono la Virgin e la EADS.

Premi di consolazione saranno voli su aerei caccia e stages d’allenamento in centri spaziali.

 Muriel Koch ha voluto sottolineare durante la presentazione della campagna pubblicitaria che la Nestlé è il primo gruppo europeo a proporre concorsi con questo tipo di premi.

 La numero uno mondiale del settore agro-alimentare ha dunque fatto le cose in grande per promuovere la barretta di cioccolato.

 Basti pensare che comprendendo il costo dei biglietti spaziali, il budget dell’intera operazione promozionale s’aggirerà attorno ai 3,5 milioni di euro.

La campagna pubblicitaria privilegerà i canali internet, televisioni, radio e punti vendita. Sempre secondo Koch “ La promozione KitKat costituirà la priorità Nestlé per il 2008”.

KitKat è la seconda barretta di cioccolato più venduta al mondo, dietro la Snickers( Mars). In Francia, però, occupa la terza posizione dietro la Kinder Maxi e la Kinder Bueno( Ferrero). Il traguardo è di raggiungere il secondo posto nelle vendite proprio grazie a questa campagna.

La Redazione

www.finanzainchiaro.it