Wall Street: difficile capire cosa ci sia da festeggiare

Wall Street: difficile capire cosa ci sia da festeggiare

Giornata estremamente positiva per i mercati azionari

Salgono Visa, 3M e United Technologies, Scendono Unitedhealth, J&J ed Ibm. Sul Nasdaq vola Yahoo e cala ancora Staples.

La situazione geopolitica internazionale non è mai stata così incandescente, c’è chi apertamente parla addirittura di rischio terza guerra mondiale e le Borse salgono come non mai.

C’è da chiedersi: cosa c’è da festeggiare?

Si potrebbero ipotizzare dati macro eccellenti, ma non è così, sono risultate inferiori alle attese le costruzioni di nuove case, mentre la produzione industriale (+0,7%) ha battuto le stime degli analisti (+0,5%); il dato, però, non può giustificare un’euforia come quella alla quale abbiamo assistito sui mercati azionari.

Il Beige Book ha fornito indicazioni genericamente positive, dopo un primo trimestre condizionato dal maltempo, il secondo sembra essere partito col piede giusto, ma il Beige Book è stato diramato alle 20:00 ora italiana, le Piazze europee erano già chiuse da un pezzo e non possono quindi essere state influenzate da questo.

Perciò, quindi, sarà bene conoscere le vere ragioni di questo boom, altrimenti sarebbe più prudente uscire immediatamente dal mercato.

Dal lato societario, poi, Bank of America ha chiuso il primo trimestre in rosso per 276 milioni di dollari, ha ovviamente pesato l’accordo da 6 miliardi di dollari con la FHFA per chiudere la vicenda dei mutui ipotecari. Il mercato non ha accolto con favore la trimestrale.

Dow Jones (+1,00%) continua la risalita Visa (+2,60%), bene anche 3M Company (+2,00%) ed United Technologies (+1,93%).

Soltanto tre i titoli in rosso, Unitedhealth (-1,65%), Johnson & Johnson (-0,45%) ed Ibm (-0,31%).

S&P500 (+1,05%) svetta Google Inc. Class C (+3,75%), recuperano parte delle perdite da inizio anno, Starbucks (+2,76%) e Visa (+2,60%).

Pochi i ribassi, fra questi: U.S. Bancorp (-1,32%), Texas Instruments (-1,31%) ed EMC Corp (-0,82%).

Nasdaq (+1,29%) gran balzo per Yahoo (+6,26%), alle sue spalle Regeneron Pharma (+4,19%), quindi rimbalza anche Vimpel (+4,15%).

Decisamente negativa Linear Technology (-4,37%) e scendono anche Netapp (-2,03%) e Analog Devices (-1,94%).

Giancarlo Marcotti per Finanza In Chiaro