Wall Street festeggia la Grecia

Wall Street festeggia la Grecia

Con il terzo rialzo consecutivo

I migliori: Du Pont, Microsoft ed Apple, in calo solo il farmaceutico Merck. Sul Nasdaq bene Google, Amazon, Facebook, Garmin e Vimpelcom.

L’ennesimo rimbalzo ed anche l’indice Dow Jones torna sopra la quotazione media degli ultimi dodici mesi, lo S&P500 lo aveva già fatto nella seduta della vigilia mentre il Nasdaq non scende sotto questo livello dall’ottobre scorso.

Insomma siamo di nuovo proiettati verso l’alto? Si potrebbe pensare di sì, ma predico prudenza, innanzitutto perché il rialzo odierno è frutto esclusivamente dell’annunciato accordo fra la Grecia e l’Unione europea e non è assolutamente detto che non intervengano intoppi a livello politico, sia per quanto riguarda la Grecia che per quel che riguarda gli Stati europei che hanno la necessità di una ratifica parlamentare degli accordi stipulati.

Sia perché ci addentriamo nella stagione delle trimestrali che certamente saranno migliori rispetto al disastroso primo trimestre, ma il timore è che questi risultati di bilancio siano già stati scontati dal mercato.

Oltretutto il cross Eur/Usd, che alla vigilia aveva fatto segnare al fixing all’incirca 1,12 nella seduta odierna ha perso due figure terminando in area 1,10 quindi non è detto che da questo accordo l’euro possa risultare più forte sui mercati, a vedere quanto accaduto oggi sui mercati valutari si direbbe proprio il contrario.

Naturalmente non ci resta che stare a vedere gli sviluppi della situazione.

Dow Jones (+1,22%) rimbalza Du Pont (+2,16%) e mettono a segno buoni rialzi anche Microsoft (+2,08%) ed Apple (+1,93%) promossa da Societe Generale

Soltanto un ribasso ed anche decisamente modesto: Merck (-0,14%).

S&P500 (+1,11%) svettano i titoli internet: Google class C (+3,10%), Google (+2,81%), Amazon (+2,72%) e Facebook (+2,44%)

Sul fondo Devon Energy (-0,81%), Union Pacific (-0,76%) ed Abbott Laboratories (-0,42%).

Nasdaq (+1,48%) forti guadagni per Garmin (+4,98%), VimpelCom (+4,32%) e Netflix (+3,97%).

Pochi i ribassi, i maggiori cali sono risultati quelli di Check Point Software (-1,19%), Nxp Semiconductors (-1,00%) ed SBA Communications (-0,72%).

Giancarlo Marcotti per Finanza In Chiaro