Wall Street positiva, ma non troppo

Wall Street positiva, ma non troppo

Una classica sinusoide, mi riferisco al grafico dell’odierna seduta a Wall Street, prima si scende, poi si risale, nuova discesa e risalita finale. I tre principali indici di Borsa americani terminano tutti con una freccia verde anche se i rialzi sono stati davvero contenuti.

Protagonista di giornata Apple (+0,63%) che ovviamente ritocca il proprio massimo storico prima dell’annuncio della trimestrale. Il titolo non ha chiuso sui massimi di seduta nonostante l’indiscrezione che riferiva di un tesoretto da 250 miliardi di dollari che l’azienda di Cupertino sembra detenga all’estero e sia in procinto di riportarlo negli Stati Uniti.

Sono notizie che lasciano basiti poiché ci si chiede se esiste una contabilità o meno. E’ possibile che l’azienda più importante al mondo detenga una cifra immensa su conti esteri e che “l’indiscrezione” sia lanciata dal Wall Street Journal, guarda caso proprio a poche ore dall’annuncio della trimestrale?

Il titolo come detto, ha concluso la giornata incamerando l’ennesimo rialzo, ma limitando sul finale il guadagno sulle voci di una trimestrale non in linea con le attese, in particolare Apple avrebbe subito un calo vistoso nelle vendite di iphone in Cina.

Stiamo a vedere. Di sicuro, però, certe sparate del WSJ, in giornate così importanti, dovrebbero essere indagate, ma la SEC a New York fa sembrare la nostra Consob un’Istituzione estremamente efficiente.

Best performer di giornata è risultata Intel (+1,82%) piuttosto volatile in questi ultimi giorni. Sugli altri due gradini del podio due titoli che ritoccano per l’ennesima volta i loro massimi assoluti, si tratta di Visa (+1,40%) e 3M Company (+0,88%).

Sul fondo troviamo ancora Procter & Gamble (-1,00%) giunta al quinto ribasso di fila, male anche The Travelers (-0,68%) al terzo calo consecutivo e JP Morgan (-0,64%) sulle rinnovate voci di importanti riforme del settore che sarebbero allo studio da parte dell’amministrazione Trump.

Giancarlo Marcotti per Finanza In Chiaro