Borse: adesso il problema è Wall Street

Giancarlo Marcotti Commenta per primo

Positive le Borse europee

Piazza Affari riduce i guadagni sulla scia dell’apertura negativa di Wall Street. Svettano UnipolSai ed Unipol dopo la trimestrale, sul fondo Amplifon.

Salgono le Borse del Vecchio Continente con l’eccezione di Londra (-0,1%) il cui ribasso rimane comunque assolutamente frazionale. Bene Parigi (+0,3%) ma soprattutto Francoforte (+0,7%) il cui guadagno, tuttavia, è da ascrivere totalmente al boom di ThyssenKrupp (+28,2%) che ha annunciato il taglio di 6.000 posti di lavoro e la quotazione in Borsa delle sue attività degli ascensori.

La nostra Piazza Affari chiude la settimana con un segno più, quindi evita l’ottava “all red”, ma il guadagno del Ftse Mib (+0,28%) ha deluso le speranze che si erano alimentate nella mattinata.

La trimestrale ha sorriso ad UnipolSai (+3,85%) ed Unipol (+3,84%), gli investitori hanno apprezzato anche il nuovo piano industriale.

Giornata decisamente positiva anche per il settore del lusso: Moncler (+3,21%) sale sul terzo gradino del podio tornando sopra quota 36 euro e Salvatore Ferragamo (+2,81%) riprende quota 19 euro.

Performance decisamente confortanti anche per il comparto delle utilities: Terna (+2,37%), Hera (+2,36%), Snam Rete Gas (+1,57%), Italgas (+0,91%) ed Enel (+0,58%) danno l’impressione di poter tornare ad insidiare i massimi assoluti, bene anche A2A (+0,94%) che arresta la slavina di vendite iniziata il primo aprile.

Da segnalare, ma ormai non fa più notizia, il massimo assoluto da parte di Campari (+1,04%) che al fixing fa segnare 9,22 euro.

Dopo quattro sedute da favola sono arrivate le prese di profitto su Amplifon (-4,30%), non si sono arrestate poi le vendite su Banco BPM (-2,06%).

Termina sul minimo di giornata Finecobank (-1,28%) che manca il rimbalzo su quota 10 euro.

Infine in rosso il comparto petrolifero al completo: Saipem (-0,82%), Tenaris (-0,76%) ed Eni (-0,40%).

Al momento Wall Street viaggia ancora in territorio negativo, ma, come accaduto alla vigilia, dopo la chiusura delle Piazze europee riduce decisamente le perdite.

Giancarlo Marcotti per Finanza In Chiaro          

Articoli correlati

Canale YouTube
COME "ABBATTERE" LA BCE
EURO DISASTRO Perché gli italiani non hanno ancora capito
PIANO B - riprendiamoci la sovranità
I più letti
FTSE Mib
Gli Ultimi Commenti
Osservatorio internazionale