Borse ancora poco mosse, ma rimane il trend rialzista

Giancarlo Marcotti Commenta per primo

Francoforte la migliore

Yoox Net-a-Porter, Bper Banca ed Azimut sul podio, ma ci pensa Recordati a battere ogni record. In calo di nuovo le utilities, contrastati  i bancari.

Per molti analisti l’esito del voto in Germania era risultato “il peggiore fra quelli ipotizzabili”, evidentemente il mercato non è stato di questa opinione. L’indice di riferimento della Borsa di Francoforte sta infatti per concludere il mese di settembre in maniera trionfale, il Dax (+0,4%) dalla fine di agosto ha guadagnato 650 punti (il 5,4%!!!) con un bilancio di 16 sedute rialziste e solo 4 ribassi.

Il nostro Ftse Mib (-0,15%) oggi ha visto prevalere le vendite, ma il trend rialzista in atto sembra tutt’ora molto solido, non siamo distanti dai massimi relativi toccati nel 2015, quei famosi 24.000 punti che furono fatali anche nel 2009 risultando una barriera invalicabile al rimbalzo successivo alla grande crisi.

Anche oggi il nostro indice di riferimento è stato appesantito dalle performance negative delle utilities, sul fondo troviamo infatti A2A (-1,68%) ed Enel (-1,37%), ma le vendite hanno colpito anche Terna (-0,98%) e Snam Rete Gas (-0,63%).

Decisamente contrastato il risparmio gestito, i cali di Banca Generali (-1,08%) e di Finecobank (-0,13%) hanno avuto come contraltare i guadagni di Banca Mediolanum (+0,20%) e soprattutto di Azimut (+1,44%).

Contrastato anche il comparto bancario, tre ribassi: Mediobanca (-0,44%), Ubi Banca (-0,32%), Intesa Sanpaolo (-0,13%) e tre rialzi Unicredit (+0,06%), Banco BPM (+0,81%), Bper Banca (+1,65%).    

Best performer di giornata Yoox Net-a-Porter (+1,87%), ma la palma di titolo del giorno spetta di nuovo a Recordati (+1,42%) che si ferma ai piedi del podio, ma ritocca per l’ennesima volta il proprio record storico.

Da segnalare infine le performances di altri due titoli che stanno regalando enormi soddisfazioni ai propri azionisti, si tratta di Moncler (+1,12%) e Brembo (+0,92%).

Ed ora concentriamo la nostra attenzione a quel che sta accadendo al di là dell’Oceano, l’indice di riferimento della Borsa americana, lo S&P500 in questo momento sta superando nuovamente i propri massimi storici.

Giancarlo Marcotti per Finanza In Chiaro

 

Articoli correlati

Canale YouTube
COME "ABBATTERE" LA BCE
EURO DISASTRO Perché gli italiani non hanno ancora capito
PIANO B - riprendiamoci la sovranità
FTSE Mib
Gli Ultimi Commenti
Osservatorio internazionale