Borse: molto bene Piazza Affari

Giancarlo Marcotti Commenta per primo

La Borsa milanese ancora la migliore in Europa

Titoli bancari ed utilities sugli scudi. Polverizza il proprio record storico il titolo più “pesante” (quello a maggior capitalizzazione) ossia Enel.

E’difficile capire se in questo momento la Borsa milanese sia o meno condizionata dalla situazione politica, forse è più condizionata dalla situazione economica internazionale.

Le difficoltà della Germania, che ha visto chiudersi in rosso il secondo trimestre dell’anno, a causa della contrazione delle esportazioni, fa intravedere la possibilità di un’Europa meno rigida, e Piazza Affari ne approfitta soprattutto grazie ai titoli del comparto bancario.

Chiude praticamente sulla parità Londra (-0,0%), bene Francoforte (+0,6%), bene Parigi (+0,7%), ma è il nostro Ftse Mib (+1,52%) a sovraperformare nettamente gli indici europei.

Soltanto tre dei quaranta titoli che compongono l’indice principale della Borsa italiana hanno concluso la seduta ad un livello inferiore rispetto a quello fatto registrare ieri al fixing, si tratta di Juventus (-1,38%), Azimut (-0,43%) e Moncler (-0,12%).

Come detto oggi è stato un gran giorno per il comparto bancario che ha occupato le prime due posizione della classifica odierna con Bper Banca (+4,53%) e Banco BPM (+3,29%).

Bene anche le utility che hanno occupato la terza piazza del podio con Snam Rete Gas (+3,03%), va segnalata poi anche la performance di Terna (+2,87%).

Tuttavia la palma di titolo del giorno spetta senza dubbia ad Enel (+2,67%) che polverizza nuovamente il proprio record storico concludendo la seduta sul massimo di giornata a quota 6,499 euro.

Giornata da festeggiare anche per gli azionisti di Ferrari (+2,98%) che ora si avvicina anche alla piazza d’onore nella classifica dell’anno, davvero stratosferica la performance del 2019 (+68,5%).

Sembra infine che sia ripartito alla grande anche Campari (+2,86%) dopo un’estate fin qui non proprio esaltante.

Dopo una buona partenza Wall Street ora vede prevalere le vendite, tuttavia i ribassi sono al momento decisamente modesti.

Giancarlo Marcotti per Finanza In Chiaro          

Articoli correlati

Canale YouTube
COME "ABBATTERE" LA BCE
EURO DISASTRO Perché gli italiani non hanno ancora capito
PIANO B - riprendiamoci la sovranità
FTSE Mib
Gli Ultimi Commenti
Osservatorio internazionale