Borse: continua il sentiment negativo

Giancarlo Marcotti Commenta per primo

Francoforte la peggiore

Bper vola dopo l’acquisto di UnipolBanca, mentre Unipol scende. Ancora vendite su Telecom. Contrastato il comparto bancario. Su Unicredit giù Ubi. 

Segni meno sulle Borse dell’intero pianeta, si chiude così un’ottava non particolarmente brillante. Anche oggi la peggiore performance fra i principali indici europei spetta alla Borsa di  Francoforte (-1,1%) affossata da ThyssenKrupp (-4,4%) e dalle reiterate vendite sul settore automotive ed il comparto bancario.

Limitano maggiormente il ribasso Parigi (-0,5%) e Londra (-0,3%).

Il nostro Ftse Mib (-0,65%) aveva veleggiato in territorio positivo per l’intera mattinata, poi, la debole apertura di Wall Street, ha portato anche a Milano vendite diffuse, il rimbalzino nell’ultima mezz’ora di contrattazione ha permesso solo di non terminare sul minimo di giornata.

Unipol (-5,70%) maglia nera di giornata mentre Bper Banca (+8,69%)  conclude in vetta. La Banca ha acquistato dalla Compagnia l’intera partecipazione di UnipolBanca per 220 milioni di euro, evidentemente per il mercato si è trattato di un affare per Bper.

Sono andate ad occupare gli altri due gradini del podio Amplifon (+1,01%) ed Unicredit (+1,01%) in una seduta contrastata per il mercato bancario, segno più anche per Mediobanca (+0,44%), mentre hanno dovuto cedere alle vendite Intesa Sanpaolo (-0,45%), Banco BPM (-1,64%) e soprattutto Ubi Banca (-4,32%).

Ribassi superiori ai tre punti percentuali anche per UnipolSai (-3,24%) che ha comunicato oggi i dati relativi al 2018, Telecom Italia (-3,24%) che a tutti i suoi guai deve aggiungere le frizioni Italia Francia, quindi Pirelli (-3,20%) e Brembo (-3,02%) che pagano per il sentiment negativo sul comparto automotive.

Dopo il crollo della vigilia anche oggi le vendite hanno colpito pesantemente Fiat (-2,90%) tornata nuovamente sotto quota 13 euro.

Al momento i principali indici a stelle e strisce lasciano sul terreno oltre mezzo punto percentuale, in calo in particolare il Dow Jones (-0,9%) che scende sotto quota 25.000 punti.

Giancarlo Marcotti per Finanza In Chiaro

 

Articoli correlati

Canale YouTube
COME "ABBATTERE" LA BCE
EURO DISASTRO Perché gli italiani non hanno ancora capito
PIANO B - riprendiamoci la sovranità
I più letti
FTSE Mib
Gli Ultimi Commenti
Osservatorio internazionale