Borse euforiche senza motivo

Giancarlo Marcotti Commenta per primo

I dazi sono una barzelletta

A Madrid cade il governo e la Borsa festeggia. I mercati promuovono anche il governo M5S-Lega. Volano le Banche mentre le vendite si abbattono su Fiat.

In Italia si fa un governo M5S-Lega, in Spagna cade Rajoy, gli Usa annunciano dazi contro l’Europa e le Borse del Vecchio Continente cosa fanno? Salgono! Positiva Londra (+0,2%), positiva Francoforte (+0,8%), ma i maggiori guadagni sono appannaggio di Parigi (+1,2%) e Madrid (+1,7%).

E non è da meno Wall Street, in questo momento il DJ e lo S&P500 stanno guadagnando circa un punto percentuale ed il Nasdaq vola oltre i 7.500 punti!!! Al momento si tratterebbe del terzo miglior fixing della storia per l’indice dei titoli tecnologici.

I media americani continuano a criticare Trump, ma i mercati finanziari rispondono con euforia ad ogni sua iniziativa.

Anche il nostro Ftse Mib (+1,49%) ha archiviato una seduta decisamente brillante, trainato dai titoli del comparto bancario che volano sulle ali di … Tria.

Banco BPM (+8,45%), Bper Banca (+7,87%) ed Ubi Banca (+5,70%) monopolizzano il podio. Ovviamente il sentiment ha contagiato anche le società del risparmio gestito: Azimut (+5,00%), Banca Generali (+4,81%) e Finecobank (+2,74%).

Va segnalato anche il gran balzo di Saipem (+5,67%) in una giornata positiva per l’intero comparto: Eni (+1,56%) e Tenaris (+1,24%).

In evidenza anche il comparto industriale in particolare vanno rimarcate le performances di Prysmian (+4,41%) e Buzzi Unicem (+4,07%).

Sul fondo Fiat Chrysler (-4,53%) nel giorno in cui Sergio Marchionne ha presentato il suo ultimo piano industriale.

Giancarlo Marcotti per Finanza In Chiaro

 

Articoli correlati

Canale YouTube
COME "ABBATTERE" LA BCE
EURO DISASTRO Perché gli italiani non hanno ancora capito
PIANO B - riprendiamoci la sovranità
I più letti
FTSE Mib
Gli Ultimi Commenti
Osservatorio internazionale