Borse europee poco mosse, in attesa …

Giancarlo Marcotti Commenta per primo

Ottimismo sui nostri titoli bancari

Vola Banco BPM, ma salgono tutti i titoli del settore. Incriminato in Argentina il Patron di Tenaris, il titolo soffre. Bene Enel, giù le altre utilities.

Mentre Wall Street vola con il Dow Jones che sale di quasi un punto percentuale, le Borse europee concludono una giornata sonnacchiosa. Basti dire che il nostro indice di riferimento è rimasto, praticamente per l’intera seduta, in un range di mezzo punto percentuale, fra quota 19.100 e 19.200 punti.

Ancor meno mosse anche le altre Piazze del Vecchio Continente con Londra (-0,2%), Francoforte (-0,1%) e Parigi (+0,0%) che concludono le contrattazioni quasi invariate.

In leggero calo la nostra Piazza Affari, il Ftse Mib (-0,18%) ha danzato sopra la linea della parità senza aver mai dato l’impressione di strappare né al rialzo, né al ribasso.

Protagonista di giornata Tenaris (-7,08%) dopo che il Presidente e CEO, Paolo Rocca, è stato ufficialmente incriminato in Argentina per un presunto caso di corruzione nei confronti di un funzionario governativo. Ovviamente il titolo ha reagito in questo modo in attesa di eventuali sviluppi, l’azienda ha comunque confermato totale fiducia nel Patron confermandolo nelle sue cariche al vertice della società.

Pesanti le vendite anche su Pirelli (-3,25%) ed A2A (-2,82%) in una seduta non positiva per le nostre utilities: Italgas (-1,37%), Snam Rete Gas (-1,30%) e Terna (-0,61%), si è salvata dalle vendite, invece, Enel (+0,34%) che prosegue senza intoppi il minitrend rialzista in atto.

Da segnalare infine anche il ribasso di Moncler (-1,74%) continua la fase laterale ed il consolidamento di quota 30 euro.

Nella parte alta della classifica troviamo i bancari, anche oggi Banco BPM (+4,39%) è risultato il best performer di giornata ed il titolo ha così superato il periodo nero.

Ma l’intero podio è stato occupato dai titoli del principale comparto della nostra Borsa, sul secondo gradino ecco Unicredit (+1,89%), mentre su quello più basso troviamo Ubi Banca (+1,25%).

Vanno segnalati poi il rimbalzo di Ferrari (+1,06%), dopo però che in intraday il titolo era sceso fin quasi a quota 90 euro, ed il rialzo di UnipolSai (+0,92%) che conclude la seduta sul massimo di giornata confermando l’eccellente ottava in corso, partita nei migliore dei modi.

Nel frattempo Wall Street è schizzata all’insù dopo che Powell sembra aver deciso di seguire i miti consigli che gli arrivavano dalla Casa Bianca.

Giancarlo Marcotti per Finanza In Chiaro

 

Articoli correlati

Canale YouTube
COME "ABBATTERE" LA BCE
EURO DISASTRO Perché gli italiani non hanno ancora capito
PIANO B - riprendiamoci la sovranità
I più letti
FTSE Mib
Gli Ultimi Commenti
Osservatorio internazionale