Borse europee quasi piatte, ma prevale il segno meno

Giancarlo Marcotti Commenta per primo

Piazza Affari, un ribasso che non fa male

Svetta Leonardo, completano il podio Yoox ed Italgas. Bene i petroliferi, male i bancari con l’eccezione di Intesa. Sul fondo Telecom, Cattaneo ai saluti? 

Termina con una seduta fiacca una settimana positiva per i listini europei. Francoforte (-0,1%) e Parigi (-0,1%) fanno registrare un minimo ribasso, perde invece mezzo punto Londra (-0,5%).

Un euro ancora forte non aiuta certamente l’economia del Vecchio Continente e forse anche per questo oggi ha prevalso la prudenza nonostante New York stia mettendo a segno nuovi massimi storici aiutata da netto peggioramento dell’indice sulla fiducia dei consumatori.

Il nostro Ftse Mib (-0,14%) conclude l’ottava con tre rialzi e due ribassi ed un bilancio complessivo decisamente positivo (+2,3%).

Il calo odierno è da imputare alla giornata storta dei nostri titoli bancari la sola Intesa Sanpaolo (+0,42%) ha terminato la seduta al di sopra della linea della parità, inferiori al punto percentuale le perdite di Bper Banca (-0,08%), Banco BPM (-0,44%) e Mediobanca (-0,77%), mentre più pesanti sono risultati i cali di Ubi Banca (-1,24%) ed Unicredit (-1,78%).

Torna sul fondo della classica Telecom (-2,72%), l’AD Cattaneo ormai viene dato in partenza, giù anche Unipol (-1,88%) che conclude male un’ottava poco mossa.

Vendite su Brembo (-1,53%) ed Exor (-1,07%) che manca così l’en-plein di rialzi nella settimana.

Giornata storta anche per il risparmio gestito, Banca Mediolanum (-1,21%), Azimut (-0,87%) e Banca Generali (-0,14%) hanno confermato il momento abbastanza particolare del comparto, Finecobank (+0,35%) ha finito invece al di sopra della parità, ma pare aver esaurito la spinta rialzista che l’ha caratterizzata a partire dal mese di marzo.

Ma diamo ora uno sguardo alla parte alta della classifica. Continua la risalita di Leonardo (+2,50%), i massimi dell’anno non sono poi così lontani. Posto d’onore per Yoox net-a-Porter (+1,81%) sempre piuttosto volatile e terza piazza per Italgas (+1,32%) in una giornata positiva per il settore delle utilities: Terna (+1,12%), Snam Rete Gas (+0,77%) ed A2A (+0,62%).

Chiudiamo con i petroliferi che concludono bene l’ottava, sale in particolare Tenaris (+1,21%) tornato sui massimi da oltre un mese, ma gli acquisti hanno premiato anche Saipem (+0,57%) ed Eni (+0,23%).

Giancarlo Marcotti per Finanza In Chiaro

 

Articoli correlati

Video
I più letti
FTSE Mib
Gli Ultimi Commenti
Osservatorio internazionale