Borse europee in rosso: non basta Wall Street

Giancarlo Marcotti Commenta per primo

In Europa guadagna solo Londra

I titoli bancari tengono a galla Piazza Affari, sale in particolare Unicredit. Best performer di giornata Leonardo, bene Saipem, giù Juventus.

Pronti … Via e sulla Borsa americana, partita in rosso, arrivano solo ordini di acquisto, in pochi minuti il Dow Jones ritrova la parità, ma non si ferma e continua a salire.

Tutto ciò, però, non basta per le Borse europee che finiscono la giornata contrastate, sale Londra (+0,3%), mentre scendono Parigi (-0,3%) e Francoforte (-0,2%).

Il nostro indice principale, il Ftse Mib (-0,00%) aveva ritrovato con un colpo di coda finale i 21.000 punti, ma proprio nell’asta di chiusura scendeva sotto quel livello terminando con un calo assolutamente frazionale.

Tuttavia dei 40 titoli che compongono il nostro indice principale soltanto 14 si sono salvati dalle vendite, in calo gli altri 26, a partire da Juventus (-2,77%) maglia nera di giornata giunta al terzo ribasso di fila, insomma la vittoria nella prima giornata di campionato non deve aver convinto molti investitori.

Continua poi l’altalena di Buzzi Unicem (-2,74%), mentre storna inevitabilmente dal proprio massimo storico stabilito alla vigilia Recordati (-2,54%).

Ritraccia dai massimi anche Amplifon (-2,46%) e sembra non gradire la formazione del Governo giallorosso Atlantia (-2,24%).

In calo ancora Azimut (-1,90%) che mantiene però nettamente la testa nella classifica dell’anno in corso (+78,0%).

Vista la performance dell’indice, evidentemente i titoli in guadagno sono anche titoli “pesanti”. Sul terzo gradino del podio troviamo Saipem (+1,32%), sul secondo Unicredit (+1,76%), ma la palma di best performer di giornata va nettamente a Leonardo (+3,97%) che nei giorni scorsi ha trovato su quota 10 euro un livello dal quale ripartire alla grande.

Continua la ripresa anche di Telecom Italia (+1,31%) e torna a superare quota 10 euro Tenaris (+1,14%).

Salgono di oltre un punto percentuale anche Cnh Industrial (+1,10%) ed Intesa Sanpaolo (+1,05%).

Al momento Wall Street rimane largamente in territorio positivo, a mettersi in mostra in particolare l’indice Dow Jones (+0,7%).

Giancarlo Marcotti per Finanza In Chiaro          

Articoli correlati

Canale YouTube
COME "ABBATTERE" LA BCE
EURO DISASTRO Perché gli italiani non hanno ancora capito
PIANO B - riprendiamoci la sovranità
FTSE Mib
Gli Ultimi Commenti
Osservatorio internazionale