Borse in frenata, ma nessun allarme

Giancarlo Marcotti Commenta per primo

Piazza Affari: il Ftse Mib torna su quota 20.100 punti

In calo i bancari e gli assicurativi, contrastato il risparmio gestito, salgono le utilities. Nuovi record per Italgas, Atlantia, Recordati e Brembo.

Giornata vissuta interamente in territorio negativo, ma la chiusura, piuttosto distante dai minimi di seduta, non crea allarmismi, almeno per ora.

Dopotutto il ribasso odierno poteva esser messo in conto, in Europa è scesa come noi Francoforte (-0,5%), ha limitato fortemente il calo Parigi (-0,1%) mentre Londra (+0,2%), addirittura, ha concluso al di sopra della parità .

Il nostro Ftse Mib (-0,46%) è stato penalizzato dal comparto bancario, soltanto segni meno davanti alle performances dei titoli del settore.

Maglia nera per Banco BPM (-4,35%), ma il ribasso più “pesante” in termini di punti indice, è arrivato da Unicredit (-3,02%), per la big bank torna il segno meno anche davanti alla performance da inizio anno.

Continua lo stillicidio di ribassi per Bper Banca (-1,33%), mentre lasciano sul terreno meno di un punto percentuale Mediobanca (-0,98%), Intesa Sanpaolo (-0,95%) ed Ubi Banca (-0,93%).

Da segnalare anche il forte calo di Stmicroelectronics (-3,64%), ma occorre ricordare che, nonostante il ribasso odierno, la performance dell’anno in corso supera i 30 punti percentuali.

Non solo scende, ma termina sul minimo di giornata UnipolSai (-1,37%) ed anche in questo caso torna negativa la performance dell’anno in corso.

Ed infine minimo di giornata e, per il momento, 2017 disastroso (-22,6%) per Saipem (-1,24%).

Sul podio oggi troviamo tre titoli che hanno ritoccato il loro massimo assoluto, si tratta di Italgas (+2,09%), Atlantia (+1,66%) e Recordati (+1,47%), non si può però non citare l’ennesimo record storico anche per la solita Brembo (+0,36%).

Giornata senza dubbio positiva per le utilities, oltre alle già citate Italgas e Atlantia vanno sottolineati i guadagni di A2A (+1,17%), Enel (+0,60%), Snam Rete Gas (-0,60%) e Terna (-0,13%).

Concludiamo con il risparmio gestito che ha vissuto una giornata contrastata, deboli ribassi per Banca Mediolanum (-0,15%) e Finecobank (-0,31%), mentre continuano imperterriti la loro scalata Azimut (+0,94%) e Banca Generali (+0,75%).

Giancarlo Marcotti per Finanza In Chiaro

 

Articoli correlati

Video
I più letti
FTSE Mib
Gli Ultimi Commenti
Osservatorio internazionale