Borse: si riscatta Piazza Affari

Giancarlo Marcotti Commenta per primo

La migliore però rimane la City di Londra

Le utilities sorreggono il nostro indice di riferimento, nuovi record storici per Poste, Enel ed Hera. Svetta Atlantia, sul fondo i petroliferi. 

Chiusure positive per gli indici delle principali Piazze borsistiche europee, alla fine di una seduta che non si è rivelata molto volatile, Francoforte (+0,0%) e Parigi (+0,2%) hanno registrato rialzi frazionali, mentre Londra (+0,8%) continua la sua ascesa in questo 2019 ricco di soddisfazioni per la City.

Stavolta anche Piazza Affari si è ben comportata, il nostro Ftse Mib (+0,65%) ha messo a segno una buona performance grazie in particolare alle proprie utilities.

Nuovi record storici per Enel (+2,19%) ed Hera (+2,39%). Forti rimbalzi hanno riguardato Terna (+3,52%) e Snam Rete Gas (+2,64%). Da segnalare inoltre i rialzi di Italgas (+2,24%) ed A2A (+2,20%).

Ma mi sentirei di attribuire la palma di titolo del giorno a Poste Italiane (+2,40%) che conclude sul massimo di giornata polverizzando per l’ennesima volta il proprio massimo assoluto portandolo a quota 9,466 euro.

In vetta alla graduatoria odierna, tuttavia, ecco Atlantia (+3,79%), forse infatti il Governo, con la società dei Benetton, deve ricorrere a più miti consigli, ma la partita è ancora tutta da giocare.

Seduta contrastata invece per il comparto bancario, frecce verdi per Bper Banca (+2,05%), Mediobanca (+1,14%) ed Intesa Sanpaolo (+0,93%), frecce rosse invece per Banco BPM (-0,23%), Unicredit (-1,07%) e soprattutto Ubi Banca (-1,91%).

Dietro front, invece, per i petroliferi, sul fondo infatti oggi troviamo Saipem (-2,72%) e Tenaris (-2,33%), ma le vendite non hanno risparmiato il colosso Eni (-0,97%).

Fiacca al momento Wall Street, con i tre principali indici a stelle e strisce che fanno segnare frazionali ribassi.

Giancarlo Marcotti per Finanza In Chiaro          

Articoli correlati

Canale YouTube
COME "ABBATTERE" LA BCE
EURO DISASTRO Perché gli italiani non hanno ancora capito
PIANO B - riprendiamoci la sovranità
FTSE Mib
Gli Ultimi Commenti
Osservatorio internazionale