Borse tendenzialmente rialziste. Banche sotto osservazione

Giancarlo Marcotti Commenta per primo

Piazza Affari trainata dai bancari

Le Piazze europee non si fanno intimorire dal super-euro. A Milano svettano i bancari, bene anche Yoox e Buzzi Unicem. Sul fondo Tenaris, giù ancora Luxottica.

Una lievissimo ritracciamento nell’asta di chiusura non ha permesso al nostro indice principale una chiusura oltre quota 22.500 punti, poco male, il massimo dell’anno è stato nuovamente ritoccato, al fixing il Ftse Mib (+0,61%) ha fatto segnare 22.491,73 punti.

Giornata positiva anche per Francoforte (+0,2%) e Parigi (+0,5%), mentre Londra (-0,1%) ha chiuso con un frazionale calo.

Si sta per aprire, o meglio si è già aperta, una nuova stagione per le Banche europee, i tedeschi cercano di “piazzare” Commerzbank, istituto in netta difficoltà, ed Unicredit (+2,00%), che, ricordiamolo, incorpora già Hvb (altra Banca tedesca in netta crisi), potrebbe entrare nella partita. Immaginiamo che le consultazioni siano frenetiche e le voci, come sempre in questi casi, si accavallano, oggi si dava in pole position Bnp Paribas e così il titolo di Piazza Cordusio ha potuto recuperare dopo lo scivolone della vigilia.

Sul fronte interno, grandi manovre per Mediobanca (+1,47%) e Generali (+0,19%), il gotha della finanza italiana, certamente quel che sta accadendo in questi giorni segnerà per sempre il destino dell’Italia, ma avremo tempo per parlare di questi argomenti anche in futuro.

La ritrovata fiducia sul comparto bancario ha permesso al nostro principale di proseguire il trend rialzista in atto ormai da dieci mesi. In vetta alla graduatoria odierna delle performances troviamo oggi Ubi Banca (+4,35%) su livelli che la Banca bergamasca non toccava da venti mesi. Il titolo (+72,8% da inizio anno) è ora ad una incollatura dal best performer del 2017 che, per un soffio, rimane tutt’ora Ferrari (+73,7% YTD).

Gran balzo anche per Yoox Net-a-Porter (+4,17%) che torna su livelli di assoluta eccellenza. Sul podio sale anche Buzzi Unicem (+2,12%) anche oggi ben comprata dopo l’exploit della vigilia.

Da segnalare la buona performance anche degli altri titoli del comparto bancario, Banco BPM (+1,77%) ed Intesa Sanpaolo (+1,30%) mentre in controtendenza termina molto distante dai massimi di giornata Bper Banca (-0,09%).

Maglia nera a Tenaris (-1,24%) in una giornata comunque non negativa per il comparto petrolifero: Saipem (+0,46%) ed Eni (+0,73%).

Continua la serie nera di Luxottica (-0,95%) all’ottava seduta ribassista di fila, il titolo ormai si trova sui minimi dell’anno che erano stati toccati nelle prime sedute di questo 2017.

Segni meno infine anche per Terna (-0,88%), Moncler (-0,69%), A2A (-0,68%) ed Atlantia (-0,59%).

Giancarlo Marcotti per Finanza In Chiaro

 

Articoli correlati

Canale YouTube
COME "ABBATTERE" LA BCE
EURO DISASTRO Perché gli italiani non hanno ancora capito
PIANO B - riprendiamoci la sovranità
FTSE Mib
Gli Ultimi Commenti
Osservatorio internazionale