Borse: termina bene un’ottava iniziata male

Giancarlo Marcotti Commenta per primo

Torna l’ottimismo sui mercati

Svetta Buzzi davanti ad Stm, miglior titolo della settimana. A seguire Bper Banca che lascia l’ultimo posto nella classifica del 2019. Giù Ferrari ed A2A.  

Con l’ottimo guadagno della seduta odierna anche la settimana si chiude con un bilancio complessivo positivo (+0,6%), visto come era cominciata c’è di che essere soddisfatti.

Londra (-0,1%) in questi ultimi tempi risente delle turbolenze politiche. Bene Parigi (+1,1%) e soprattutto Francoforte (+1,4%) oggi sostenuta dai rimbalzi di Volkswagen (+4,2%) e Deutsche Bank (+4,0%).

Il nostro Ftse Mib (+1,26%) ha concluso una seduta vissuta sempre sopra la linea della parità, ancora un punto percentuale di guadagno e l’indice di riferimento di Piazza Affari potrebbe ritrovare quota 20.000 punti, un livello superato in chiusura l’ultima volta lo scorso 9 ottobre.

Best performer di giornata Buzzi Unicem (+4,53%) che recupera con quest’ottimo guadagno le perdite accumulate nelle quattro sedute precedenti, azzerando di fatto la performance dell’intera ottava.

Alle sue spalle ecco Stmicroelectronics (+4,43%), il titolo non si ferma, e dopo il guadagno a doppia cifra della vigilia mette a segno anche questo rialzo, terminando sul massimo di giornata e conquistando la terza posizione nella classifica del 2019.

A seguire Bper Banca (+4,37%) che rimbalza su quota 3 euro lasciando così lo scomodo posto di fanalino di coda nella classifica dell’anno in corso a Banco BPM (+2,50%) oggi comunque positivo.

Si conferma anche Azimut (+4,13%), che in intraday era tornato a traguardare quota 11 euro, quota invece superata anche in chiusura da Tenaris (+3,42%) un altro titolo che dall’inizio dell’anno sta registrando un’ottima performance (+16,9%).

A seguir poi altri due titoli del settore bancario: Ubi Banca (+3,38%) ed Unicredit (+3,21%).

Diversi titoli hanno infine messo a segno rialzi superiori ai due punti percentuali e precisamente Brembo (+2,99%), Atlantia (+2,90%) giunta all’ottavo rialzo nelle ultime nove sedute, Cnh Industrial (+2,71%), Saipem (+2,51%), Unipol (+2,11%) e Salvatore Ferragamo (+2,00%).  

Fra i titoli che hanno concluso la seduta in territorio negativo da segnalare Ferrari (-1,07%) che dopo aver toccato in intraday quota 100 euro ha improvvisamente stornato, poi A2A (-0,99%) che termina un’ottava all-red ed infine Pirelli (-0,79%) che conclude la seduta sul minimo di giornata.

Al momento molto bene anche Wall Street, i tre principali indici di Borsa americani stanno infatti salendo di circa un punto percentuale.

Giancarlo Marcotti per Finanza In Chiaro          

Articoli correlati

Canale YouTube
COME "ABBATTERE" LA BCE
EURO DISASTRO Perché gli italiani non hanno ancora capito
PIANO B - riprendiamoci la sovranità
I più letti
FTSE Mib
Gli Ultimi Commenti
Osservatorio internazionale