Borse: Wall Street non basta, Europa in calo

Giancarlo Marcotti Commenta per primo

Sentiment diversi sulle due sponde dell’Atlantico

Bene Ubi Banca, Bper Banca e Banco BPM, positive anche le Big Bank. Salgono ancora Unipol e UnipolSai. Prese di profitto su Moncler.

Nonostante gli indici americani facciano segnare rialzi decisamente interessanti le Borse europee hanno terminato la giornata in territorio negativo. La reazione al raid non è quindi risultata univoca.

Ed in effetti la giornata sui mercati borsistici era risultata contrastata già dalle prime ore, Tokyo infatti ha iniziato l’ottava con un guadagno di qualche decimo di punto, mentre sia Hong Kong e Shanghai sono risultate in calo di oltre un punto percentuale.

In Europa Londra (-0,9%) ha visto scatenarsi vendite soprattutto per problemi politici interni, mentre Francoforte (-0,4%) e soprattutto Parigi (-0,0%) hanno limitato le perdite.

Anche il nostro Ftse Mib (-0,00%) ha terminato la seduta praticamente sulla parità sostenuto dal comparto bancario, quello assicurativo e dal risparmio gestito.

Deboli i petroliferi con Saipem (-0,49%) e Tenaris (-0,67%) penalizzate dal calo del prezzo dell’oro nero, nonostante ciò, tuttavia, Eni (+0,10%) è incredibilmente riuscita a mettere a segno l’undicesimo rialzo di fila, un risultato davvero straordinario.

Best performer di giornata Ubi Banca (+1,59%), ma sono state ben comprate tutte le Popolari: Bper Banca (+1,01%) e Banco BPM (+0,96%). In evidenza anche le Big con Unicredit (+0,38%) ed Intesa (+0,29%) che inviano segnali positivi, la sola Mediobanca (-0,37%) ha subito una battuta d’arresto.

Finecobank (+1,08%) e Banca Generali (+0,96%) trovano nuovi compratori mentre Azimut (-0,09%) deve trovare su quota 17 euro una base dalla quale ripartire.

Ci verrebbe da dire “finalmente” arrivano prese di profitto su Moncler (-1,12%), ma il titolo, pur vestendo la maglia nera di giornata, ha concluso la seduta ad una quotazione superiore rispetto a quella fatta segnare in apertura.

In calo di nuovo Buzzi Unicem (-1,00%) così come Snam Rete Gas (-0,84%).

Al momento a Wall Street il guadagno del Dow Jones e dello S&P500 si avvicina al punto percentuale, ma anche il Nasdaq (+0,6%) non scherza, tutti positivi i titoli FAMGA, Microsoft in particolare sale di oltre un punto percentuale.

Giancarlo Marcotti per Finanza In Chiaro

 

Articoli correlati

Canale YouTube
Caro Prof Savona è giunto il momento di mettere a punto il Piano B mp4
La manovra e ... il PD
Mario Monti il disastro italiano
I più letti
FTSE Mib
Gli Ultimi Commenti
Osservatorio internazionale