• Borse: cosa sta accadendo? Un’analisi del Dow Jones
    Giancarlo Marcotti Commenta per primo

    Quello che vedete è il grafico che riporta l'andamento dell'indice americano Dow Jones negli ultimi dodici mesi di contrattazione. Si può evidentemente riscontrare che ad un inizio d'anno molto promettente, che comunque andava nel solco tracciato lungo tutto  il 2017, è seguito un periodo di "turbolenza", la volatilità è aumentata ed oggi certamente ci troviamo in una momento perlomeno

    Continua ...
  • Incredibile Wall Street
    Giancarlo Marcotti Commenta per primo

    Continuano le giornate vietate ai cardiopatici sulla Borsa di New York. La settimana si è conclusa con un’altra seduta-bingo nella quale gli indici di Wall Street sono stati sballottati in su e in giù come la pallina di un flipper. Il Dow Jones partiva in territorio positivo sui 24.000 punti, nelle prime tre ore di contrattazione perdeva 600 punti precipitando a quota 23.400 punti, poi,

    Continua ...
  • Wall Street terrorizzata
    Giancarlo Marcotti Commenta per primo

    Eravamo stati facili profeti quando, nei mesi scorsi, vedendo salire Wall Street oltre ogni logica, avevamo previsto vendite “da paura” nel momento in cui il vento avrebbe cambiato direzione. E guardando oggi la seduta della Borsa americana, beh! c’era davvero d’aver paura. D’altronde sappiamo tutti il famose detto: le Borse salgono con le scale e scendono con l’ascensore. Ed

    Continua ...
  • Borsa di Francoforte: -6% nelle ultime otto sedute. Dobbiamo preoccuparci?
    Giancarlo Marcotti Commenta per primo

    Ribadisco parole che ho già detto: lo storno c’è tutto, mentre per quanto riguarda l’inversione dobbiamo attendere. Traduco per coloro che sono meno avvezzi alla terminologia finanziaria: il calo delle Borse avuto nelle ultime sedute non è da sottovalutare, occorre capire però se è di breve periodo, risultando così un momentaneo intervallo negativo racchiuso all’interno di un trend

    Continua ...
  • Nasdaq oltre i 7.500 punti, ma il nemico arriva da oriente
    Giancarlo Marcotti Commenta per primo

    Non so se a voi fa lo stesso effetto, ma provo davvero difficoltà nel dire che il Nasdaq vale più di 7.500 punti. Mi sembra di dire uno sproposito, una cosa assurda. Eppure è così! Questa sera al fixing il Nasdaq ha fatto segnare 7.505,77 punti. Cerchiamo di rendere l’idea di quanti siano 7.505,77 punti per il Nasdaq. Ebbene, il 9 marzo del 2009 valeva 1.268,64 punti, quindi in

    Continua ...
  • Un anno di Borsa
    Giancarlo Marcotti Commenta per primo

    Un anno più che soddisfacente per Piazza Affari, l’indice di riferimento della Borsa italiana, il Ftse Mib (+13,61%), ha guadagnato nel 2017 oltre tredici punti percentuali, terminando con una performance positiva in otto dei dodici mesi, ed in tre dei quattro trimestri. Il miglior mese dell’anno è risultato marzo (+8,35%), il peggiore gennaio (-3,35%). Il terzo trimestre (+10,26%) è

    Continua ...
  • Fate attenzione al cambio euro/dollaro. Comincia tutto da lì
    Giancarlo Marcotti 2 Commenti

    In molti sembra abbiano voglia di “anticipare” Draghi, certamente il Presidente della Bce si preparerà a “fare catenaccio”, ma l’attacco dei traders ora sembra sferrato e si sa che una volta rotti gli argini non si riesce più a frenare la forza impetuosa delle acque. Il segnale è arrivato, ed è molto chiaro, l’euro/dollaro ha sfondato di botto quota 1,15. E’ un livello

    Continua ...
  • Wall Street: boom o bolla?
    Giancarlo Marcotti 2 Commenti

    Pioggia  di acquisti sui listini azionari americani, e Wall Street continua senza soste a stabilire record storici, un ottimismo che non conosce limiti, anche se non sembra avere motivazioni plausibili. Gli analisti si dividono in due categorie, quelli che ritengono le attuali valutazioni di Borsa congruenti con lo stato di salute dell’economia americana e quelli che invece ritengono si

    Continua ...
  • S&P500: record storico. Supera quota 2.400 punti
    Giancarlo Marcotti Commenta per primo

    Dopo aver concluso le contrattazioni il 5 maggio scorso a 2.399,29 punti, l’8 maggio a 2.399,38 punti ed il 10 maggio a 2.399,63 punti, oggi, finalmente, lo S&P500, l’indice di riferimento della Borsa americana, quello composto dai 500 titoli a maggior capitalizzazione, ha sfondato il muro dei 2400 punti, facendo segnare al fixing 2.402,32 punti, nuovo record storico. Ci siamo tolti

    Continua ...
  • Il calendar spread
    Redazione Commenta per primo

    Il calendar spread è una delle strategie più utilizzate nell’ambito del trading di opzioni; se ben pianificata ed eseguita permette agli operatori di rimediare ad errori “veniali” di valutazione del mercato. Tale tipo di metodologia nasce dalla combinazione fra un’opzione venduta ed un’opzione comprata dello stesso tipo; la condizione necessaria e che entrambe devono possedere il

    Continua ...
Canale YouTube
Caro Prof Savona è giunto il momento di mettere a punto il Piano B mp4
La manovra e ... il PD
Mario Monti il disastro italiano
I più letti
FTSE Mib
Gli Ultimi Commenti
Osservatorio internazionale