• Macron non è la soluzione, ma il problema
    Giancarlo Marcotti 3 Commenti

    Le parole si logorano, invecchiano, perdono di senso. E tutti noi continuiamo ad usarle senza accorgerci di parlare … … di niente. E’ l’incipit della canzone “Destra-Sinistra” che Giorgio Gaber ha scritto nel 1994! Le parole destra-sinistra, per il cantautore milanese, avevano perso di senso già ventitre anni fa, oggi se ne sono accorti anche i politici

    Continua ...
  • La Francia affonderà con il suo “Renzi”
    Giancarlo Marcotti Commenta per primo

    Emmanuel Macron porterà la Francia alla disfatta, la mia non è una previsione, ma una certezza. Ovviamente non posso darvi delle tempistiche precise, ma ritengo che già l’anno prossimo, ossia nel 2018, la popolarità del nuovo “enfant prodige” della politica francese sarà meno della metà rispetto a quella attuale. La Francia arriva in ritardo, stavolta siamo stati noi a precederli,

    Continua ...
  • L’Italia si sta sgretolando
    Giancarlo Marcotti Commenta per primo

    Gli italiani stanno assistendo allo sgretolamento del loro Stato, incapaci di reagire, rimanendo quasi paralizzati dalla paura, tuttavia, sotto certi punti di vista, ciò non deve sorprendere, noi siamo fatti così. Basta ricordare che nel 1992, abbiamo abbandonato lo SME (Sistema Monetario Europeo) ma dopo aver firmato il trattato di Maastricht, abbiamo cioè lasciato un deleterio sistema di

    Continua ...
  • Benigni “pizzicato” da Report, ricorre a Gentiloni (fratello)
    Giancarlo Marcotti Commenta per primo

    La solita storia di soldi pubblici buttati nel … diciamo “sperperati”, e di mezzo c’è ancora Roberto Benigni. In breve, all’inizio degli anni duemila, a Papigno, frazione di Terni, il premio Oscar sogna di trasformare una vecchia area industriale dismessa in un Centro cinematografico. Il progetto è estremamente ambizioso, arrivano soldi pubblici, tanti soldi, almeno a quanto

    Continua ...
  • Dijsselbloem: noi lo avevamo detto …  già quattro anni fa
    Giancarlo Marcotti Commenta per primo

    Son passati quattro anni da quando pubblicai quest’articolo, Jeroen Dijsselbloem: un imbecille a capo dell’Eurogruppo, che naturalmente vi invito a leggere, ebbene, dovete ammettere che non mi sbagliavo. Non mi capita spesso di titolare in maniera così esplicita, in precedenza lo avevo fatto solo nei confronti di Jean Claude Trichet, quando nel 2008 pubblicai  quest’altro articolo

    Continua ...
  • Erdogan chiede al suo popolo di sganciare un “ordigno nucleare” sull’Europa
    Giancarlo Marcotti Commenta per primo

    Il Presidente turco Recep Tayyip Erdogan è sulle prime pagine di tutti i giornali, il durissimo scontro con l’Unione europea è senza precedenti, così come le parole al vetriolo indirizzata in particolare alla Cancelliera tedesca Angela Merkel. Come noto, tutto ha avuto inizio quando il Premier olandese Rutte ha non ha consentito a Ministri del governo di Erdogan di arrivare sul suolo

    Continua ...
  • Elezioni nei Paesi Bassi, ecco chi ha vinto
    Giancarlo Marcotti Commenta per primo

    Dopo i primi exit-poll i media mainstream hanno immediatamente battuto la grancassa: “sconfitti i populisti”. La solita (dis)informazione alla quale ormai, purtroppo, ci siamo rassegnati da tempo. Naturalmente per i media nazionali ed internazionali non importa che il partito al Governo abbia perso dei seggi e l’opposizione “populista” ne abbia guadagnati per stabilire chi ha vinto

    Continua ...
  • Luca Lotti è un Ministro della Repubblica Italiana
    Giancarlo Marcotti 1 Commento

    Non è uno scherzo, non è una barzelletta, Luca Lotti è davvero un Ministro della Repubblica Italiana. Naturalmente non è una sua colpa, lui si è ritrovato lì, lo hanno nominato altri, ma riflettete un attimo, come può l’Italia pensare di risolvere i gravissimi problemi che ha, se la compagine governativa è composta da persone di così basso profilo politico ed istituzionale? Ed il

    Continua ...
  • Italia commissariata? Non è da escludere. Dopo le elezioni in Germania …
    Giancarlo Marcotti Commenta per primo

    Dopo aver ottenuto 19 miliardi di “flessibilità”, ossia l’autorizzazione da parte dell’Europa a spendere soldi che non abbiamo, soldi con i quali avremmo dovuto fare nuovi investimenti, e dopo aver avuto altri 5,5 miliardi “extra” per terremoto e migranti, i nostri conti non tornano ancora. Il Comitato economico e finanziario dell’Ue (formato da Commissione Ue, Bce e governi),

    Continua ...
  • Il timore del fallimento di BPVi e Veneto Banca è la bufala di chi spinge ad aderire alla transazione? Intanto chi ama il rischio investe in obbligazioni BPVi al 17%…
    Giancarlo Marcotti Commenta per primo

    Ma le Banche venete possono davvero fallire? E' questa la domanda che si pongono ora gli azionisti di BPVi e Veneto Banca, ancora indecisi sulla posizione da prendere riguardo l'offerta transattiva fatta dai due Istituti veneti. Negli ultimi giorni, infatti, sono apparsi sui quotidiani nazionali articoli decisamente poco tranquillizzanti, questi alcuni titoli: Lo spettro del bail in

    Continua ...
Video
I più letti
FTSE Mib
Gli Ultimi Commenti
Osservatorio internazionale