Conti deposito:le 5 cose che non sapevi

Redazione Commenta per primo

Al momento di scegliere un conto deposito conveniente occorre considerare bene certi dettagli, altrimenti si può fare una scelta sbagliata.

COSA NON SAI – Il conto deposito è attualmente uno dei migliori investimenti. Sicuro, semplice ed economico, con un conto deposito si può avere un ottimo rendimento senza rischi. Tuttavia, al momento di scegliere un conto deposito conveniente, occorre considerare bene certi dettagli, altrimenti si può fare una scelta sbagliata. Ecco le 5 cose che non sapevi sui conti deposito.

1. E’ possibile svincolare le somme prima della scadenza del vincolo
Per guadagnare di più con un conto deposito conviene vincolare le somme per un certo periodo di tempo, noto come “vincolo“. Con il conto deposito vincolato però occorre aspettare la scadenza del vincolo per prelevare il denaro. Altrimenti, si rischia di perdere gli interessi maturati, o addirittura di dover pagare penali per il ritiro anticipato del deposito. Tuttavia, esistono i conti deposito svincolabili, oppure che consentono l’estinzione anticipata del vincolo.

2. I costi accessori possono rendere un conto deposito molto costoso
Molti conti deposito non prevedono spese extra, ma questo non è valido per tutti i conti: è fondamentale quindi non ignorare i costi accessori, altrimenti il rendimento finale può essere inferiore dal previsto. Alcuni costi accessori che possono incidere sul conto deposito sono: penali per svincolo anticipato; spese tenuta conto; spese di apertura o chiusura conto; spese di produzione del rendiconto; spese per versamento; spese per prelevamento. Oltre ai costi accessori appena menzionati, c’è anche l‘imposta di bollo prevista dalla legge. Nel 2013 è aumentata, passando dallo 0,10% allo 0,15% e, se prima era quasi sempre a carico della banca, oggi invece nella maggior parte dei casi il pagamento dell’imposta di bollo spetta al cliente.

3. Con alcuni conti correnti remunerati guadagni di più rispetto certi conti deposito
Grazie ai conti correnti remunerati è possibile disporre di un conto corrente tradizionale per gestire i propri risparmi, con tutte le operazioni che solitamente si eseguono nella vita quotidiana (pagamenti, accrediti, domiciliazioni, carte, assegni, bonifici, prestiti, etc). Ma allo stesso tempo, si può realizzare un investimento e ottenere un guadagno, grazie ad un tasso d’interesse più elevato che si applica sulle somme in giacenza.

4. I conti deposito sono investimenti sicuri perché si è tutelato
Il conto deposito è tutelato dal Fondo Interbancario di tutela dei Depositi che garantisce le somme fino ad un massimo di 100 mila euro per singolo conto. In questa maniera non si corrono rischi relativi ad eventuali problemi dell’istituto bancario, così come non ci sono inconvenienti relativi alla diminuzione del tasso di interesse, visto che viene concordato al momento dell’apertura.

5. Con un unico strumento online puoi valutare molti conti deposito insieme
Per scegliere un conto deposito conveniente bisogna fare attenzione a certi aspetti quali:il tasso di interesse lordo e netto; come e quando vengono capitalizzati gli interessi; vincolo a cui vengono sottoposti i fondi, caratteristica che può essere scelta direttamente dal cliente e che solitamente spazia dai 3 mesi fino ai 3 anni con diverse fasce intermedie fra le quali individuare quella ideale; l’eventuale estinzione anticipata del conto deposito; il conto corrente legato al conto deposito. Il comparatore online gratuito ed indipendente di SosTariffe.it analizza tutte queste variabili in maniera contemporanea, per offrire risultati accurati ed adatti alle esigenze di ogni cliente.

Per approfondimenti visita: http://consulenza.soldiweb.com

Articoli correlati

Canale YouTube
COME "ABBATTERE" LA BCE
EURO DISASTRO Perché gli italiani non hanno ancora capito
PIANO B - riprendiamoci la sovranità
FTSE Mib
Gli Ultimi Commenti
Osservatorio internazionale