Cosa significa cessione del quinto della pensione

Redazione Commenta per primo

La legge offre ai pensionati la possibilità di effettuare prestiti personali estinguibili per mezzo di una trattenuta diretta sull’assegno pensionistico, ovvero la cessione del quinto della pensione. Ma come funziona?

 

La cessione del quinto è una modalità di prestito valida per lavoratori dipendenti e pensionati, che possono ottenere finanziamenti tramite banche e società finanziarie. Le caratteristiche che differenziano la cessione del quinto della pensione con altre tipologie di finanziamento sono:

 

  • Limite massimo di prelievo mensile del rimborso del prestito, fino ad un quinto della pensione, a tasso fisso e rata costante;
  • Modalità del rimborso che avviene attraverso una trattenuta diretta sulla pensione.

 

In cosa consiste la cessione del quinto della pensione

 

La cessione del quinto è un prestito erogato da una banca o da una società finanziaria che può essere richiesto senza garanzie e senza specificare le cause della richiesta. Si tratta di un prestito rimborsabile tramite addebito diretto e automatico sulla pensione e la rata non potrà mai variare nel corso dei mesi.

 

La durata della cessione del quinto pensionati può variare da un minimo di 2 anni fino a 10 anni ed è obbligatorio richiedere un’assicurazione a tutela del rischio di morte del pensionato.

 

La cessione del quinto della pensione può essere richiesta da tutti i pensionati INPS ed Ex Inpdap (Istituto di Previdenza Dei Dipendenti Pubblici), ad eccezione, però, dei titolari di:

 

  • Pensioni e assegni sociali;
  • Invalidità civile;
  • Assegni di sostegno al reddito;
  • Assegni al nucleo familiare;
  • Pensioni con contitolarità;
  • Lavoratori prossimi alla pensione.

 

Documentazione per richiedere la cessione del quinto pensione

 

Per ottenere la cessione del quinto della pensione bisogna effettuare la richiesta presso l’Inps, ovvero la “Comunicazione di Cedibilità della Pensione” dove si specifica l’ammontare massimo della rata. La quota cedibile deve essere consegnata alla banca o alla società finanziaria che erogherà il prestito.

Quando il finanziamento viene richiesto a una banca o a una società convenzionata con l’Inps, la comunicazione viene determinata direttamente dall’istituto finanziario attraverso un collegamento telematico con l’Inps.

 

I documenti da presentare quando si fa domanda sono:

 

  • Copia del documento d’identità;
  • Codice fiscale;
  • Modello Obis;
  • Ultimo cedolino della pensione e il Cud;
  • Certificato unico dipendente

 

Cessione del quinto pensionati: cosa sapere

 

I pensionati hanno accesso a delle convenzioni stipulate dall’Inps con alcune banche e società finanziarie, che permettono di usufruire di tassi agevolati rispetto a quelli di mercato. Queste convenzioni sono disponibili sul sito dell’Inps.

 

Prima di versare la rata alla banca o alla società finanziaria, l’Inps verifica la presenza di determinati requisiti come: la presenza dei requisiti richiesti per legge ad una banca o ad una società finanziaria per effettuare la cessione del quinto della pensione. Verifica, inoltre, che i tassi di interesse applicati siano sotto la soglia definita “anti-usura” per gli enti accreditati o pari ai tassi convenzionali fissati in base alla fascia di età del soggetto richiedente e al prestito erogato dall’ente convenzionato.

 

E’ obbligatorio per legge che nel contratto siano specificate tutte le spese di istruttoria, di estinzione anticipata, del premio assicurativo per premorienza, le commissioni e gli interessi.

 

 

Articoli correlati

Canale YouTube
COME "ABBATTERE" LA BCE
EURO DISASTRO Perché gli italiani non hanno ancora capito
PIANO B - riprendiamoci la sovranità
FTSE Mib
Gli Ultimi Commenti
Osservatorio internazionale