Dow Jones, nuovo record storico

Giancarlo Marcotti Commenta per primo

Mentre prosegue il ritracciamento del Nasdaq il Dow Jones continua, giorno dopo giorno, ad inerpicarsi verso vette inesplorate, oggi ha portato il proprio massimo assoluto a 21.384,28 punti

La notizia di giornata è l’acquisto della catena di supermercati di prodotti alimentari “biologici” Whole Foods Markets (+29,10%) da parte di Amazon (+2,44%), il colosso dell’e-commerce, quindi, allarga il proprio business anche alla grande distribuzione “tradizionale”.

Il prezzo pagato, 13,7 miliardi di dollari, avvalora il titolo a 42 dollari per azione. Alla vigilia il titolo aveva fatto segnare al fixing 33,06 dollari, quindi il “premio” si aggira intorno al 30%.

Whole Foods Markets, dopo aver stabilito i massimi assoluti nell’ottobre del 2013 in area 60 dollari, aveva iniziato una rapida discesa, il rimbalzo fra la fine del 2014 e l’inizio del 2015 era risultato effimero visto che successivamente il titolo aveva ripreso a scendere dimezzando le quotazioni rispetto ai record storici. Nello scorso mese di aprile usciva al rialzo da una lunga fase laterale, guadagnando circa 20 punti percentuali.

Ma le anomalie non finivano qui, nella seduta di ieri, infatti, il titolo ha subito un inatteso crollo (-6,74%), mentre oggi, come anticipato il titolo ha guadagnato quasi trenta punti percentuali.

Da parte sua Amazon oggi si è riavvicinata verso la stratosferica quota di 1.000 dollari dalla quale aveva ritracciato nei giorni scorsi.

L’acquisto da parte di Amazon di WFM ha affossato tutto il comparto della grande distribuzione, su Costco Wholesale (-7,19%) si è immediatamente abbattuta la scure di Goldman Sachs (da “Conviction Buy” a “Neutral”), ma non è andata molto meglio a Wal-Mart (-4,65%), Walgreens Boot Alliance (-4,99%) e Target Corp. (-5,14%).

Il downgrade di JP Morgan su Nike (-3,40%) è costato caro al colosso dell’abbigliamento sportivo.

Giornata invece di rimbalzi per il comparto petrolifero: Occidental Petroleum (+4,09%), Kinder Morgan (+2,02%), Schlumberger (+1,86%), Conocophillips (+2,51%) per finire con i due colossi Chevron (+1,90%) ed Exxon (+1,50%).

Diversi titoli hanno oggi ritoccato il proprio record storico, fra i tanti citiamo soltanto Caterpillar (+1,13%), Johnson & Johnson (+0,98%), 3M Co. (+0,92%), Boeing (+0,51%) e The Travelers (+0,33%).

Giancarlo Marcotti per Finanza In Chiaro

Articoli correlati

Canale YouTube
COME "ABBATTERE" LA BCE
EURO DISASTRO Perché gli italiani non hanno ancora capito
PIANO B - riprendiamoci la sovranità
I più letti
FTSE Mib
Gli Ultimi Commenti
Osservatorio internazionale