Il Ftse Mib di nuovo sotto quota 20.000 punti

Giancarlo Marcotti Commenta per primo

Il mercato tenta di consolidare i livelli attuali

Gruppo Unipol in gran spolvero, per il resto il solito massimo storico di Campari, qualche presa di profitto e le inevitabili vendite su Leonardo.

Il nostro indice di riferimento, al termine di una seduta movimentata soltanto nelle prime ore di contrattazione, ha fatto segnare al fixing un calo di mezzo punto percentuale scivolando nuovamente sotto quota 20.000 punti.

Il Ftse Mib (-0,53%), partito in territorio negativo, per la prima mezz’ora aveva visto solo acquisti, ben presto, tuttavia, invertiva la marcia tornando al di sotto della linea della parità e rimanendovi fino al fixing. Una seduta poco indicativa, probabilmente il mercato vuol monitorare questi livelli.

In rosso anche Francoforte (-0,3%) e Parigi (-0,3%), mentre Londra (+0,1%) ha mantenuto un segno più fino alla chiusura. Intorno alla parità, almeno per ora, anche Wall Street.

Protagonisti di giornata Unipol (+2,49%) che ha iniziato alla grande questo 2017 (+15,3%), e la sorellastra UnipolSai (+2,44%). Rimane sotto la parità l’altro titolo del comparto: Generali (-0,14%).

Terzo rialzo di fila per Yoox Net-a-Porter (+1,62%) che termina sul massimo di giornata.

A seguire un paio di utilities: A2A (+1,48%) ed Italgas (+0,81%), in una giornata contrastata per il settore, Snam Rete Gas (-0,87%), Enel (-0,48%) e Terna (-0,22%).

Ennesimo rialzo per Finecobank (+0,64%) nelle ultime quindici sedute il titolo ha terminato con un guadagno per ben quattordici volte!!! La performance YTD (+18,0%) in pratica è stata interamente creata nel mese in corso.

Oggi soltanto Campari (+0,30%) ha ritoccato nuovamente il proprio record storico.

Nella parte bassa della classifica, la conferma di Profumo a Leonardo (-3,60%) non poteva che far vestire nuovamente la maglia nera all’ex Finmeccanica.

Prese di profitto per Recordati (-1,82%), Moncler (-1,63%) e Poste Italiane (-1,31%).

Torna a scendere Tenaris (-1,77%) di nuovo sotto quota 15 euro e Fiat Chrysler (-1,77%) che termina la seduta sul minimo di giornata.

Ed infine seduta contrastata anche per il comparto bancario, vendite su Unicredit (-1,23%) e Bper Banca (-1,19%), mentre sale Ubi Banca (+0,29%), concludono invariate Intesa Sanpaolo e Banco BPM.

Giancarlo Marcotti per Finanza In Chiaro  

 

Articoli correlati

Video
I più letti
FTSE Mib
Gli Ultimi Commenti
Osservatorio internazionale