Il Ftse Mib si ferma sulla soglia dei 20.000 punti

Giancarlo Marcotti Commenta per primo

Piazza Affari in calo con i bancari

Finecobank non si ferma. Record storici per Italgas, Recordati e Brembo. Prese di profitto per Moncler. Giù Unipol, su UnipolSai. 

Si parla molto della situazione geopolitica, ma forse dovrebbe allarmare maggiormente la situazione economica, e le Borse in questo momento stanno “riflettendo”.

Guardando le performances giornaliere non dovremmo essere preoccupati, Francoforte (+0,1%) seppur di poco ha terminato la seduta con un guadagno, il calo di Londra (-0,2%) e Parigi (-0,0%) è risultato assolutamente contenuto ad anche il nostro Ftse Mib (-0,52%), pur penalizzato come di consueto dal comparto bancario, dopotutto non è sceso sotto quota 20.000 punti.

Tuttavia, il sentiment non è per nulla positivo, domani conosceremo i dati sul mercato del lavoro negli Usa, saranno importanti per capire lo stato di salute dell’economia statunitense.

Ma torniamo a Piazza Affari, come anticipato, continua a zavorrare il nostro indice di riferimento il comparto bancario: Banco BPM (-3,14%), Mediobanca (-2,61%), Unicredit (-2,22%), Bper Banca (-1,08%), Intesa Sanpaolo (-0,96%) ed Ubi Banca (-0,76%).

Sono poi arrivate (erano inevitabili) le prese di profitto per Moncler (-2,30%), sarebbe forse salutare a questo punto una fase di consolidamento su questi livelli.

Contrastate Unipol (-2,22%) e la sorellastra UnipolSai (+0,10%), la concorrente Generali (-0,49%) inanella l’ottavo ribasso di fila.

Giornata all’insegna della volatilità per Tenaris (-1,98%) che termina male una seduta iniziata sotto i migliori auspici (in mattinata aveva toccato quota 16,65 euro).

Invece “soltanto” sette i ribassi nelle ultime otto sedute per Buzzi Unicem (-1,66%), altalenante infine il comportamento di A2A (-1,23%) che rimane comunque su livelli storicamente molto elevati.

Ma diamo uno sguardo alla parte alta della classifica, ancora un’ottima performance per Finecobank (+1,57%), per trovare un fixing superiore a quello odierno dobbiamo tornare al mese di giugno dello scorso anno.

Ed arriviamo alla consueta rubrica dei “record storici di giornata” capeggiata oggi da Italgas (+1,38%), terminano su livelli mai raggiunti in precedenza anche Recordati (+0,97%) e Brembo (+0,35%).

Da segnalare infine le buone performances di Luxottica (+1,27%), Snam Rete Gas (+1,19%), Yoox Net a Porter (+1,16%) e Cnh Ind. (+1,03%).

Giancarlo Marcotti per Finanza In Chiaro  

 

Articoli correlati

Video
I più letti
FTSE Mib
Gli Ultimi Commenti
Osservatorio internazionale