Il Dow Jones sfiora i 12.000 punti. Sul Nasdaq decolla Nvidia.

Redazione Commenta per primo
In una giornata priva di dati macro rilevanti i principali listini americani hanno immediatamente imboccato la strada del rialzo corroborati da trimestrali ancora una volta convincenti.
 
Oggi è stato il turno di Mc Donald’s (+0,5%) il cui utile è cresciuto del 2% ed i ricavi del 4% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, l’utile per azione si è attestato a 1,16 dollari. I dati sono stati in linea con le previsioni.
 
Giorno della verità anche per Halliburton (+0,7%) il cui utile è salito a 625 milioni di dollari (0,68 dollari per azione), in crescita anche il fatturato a 5,16 miliardi di dollari rispetto ai 3,68 del corrispondente periodo del 2009.
 
Ma oggi sul Dow Jones a svettare è Alcoa (+4,0%) il gigante dell’alluminio sembra ripartire per un nuovo rally dopo aver guadagnato oltre il 60% negli ultimi cinque mesi.
 
Molto bene ancora Ibm (2,7%) che gode dell’onda lunga di dati decisamente convincenti, cresce del 2,0% anche Caterpillar.
 
L’unico ribasso di rilievo Bank of America (-2,3%) sceso di nuovo sotto quota 14 euro, un segnale che desta una qualche preoccupazione.
 
Sullo S&P500, oltre alla già citata Alcoa, vanno segnalati i rialzi di Apple (+3,3%) ed il grande ritorno di Berkshire Hataway (+3,1%) che dopo alcuni mesi di “letargo” torna a crescere con decisione.
 
Ed arriviamo al Nasdaq che torna a salire dopo qualche battuta d’arresto. Merito senza dubbio di Apple (+3,3%) il cui peso sul listino è davvero rilevante, l’azienda di Steve Job ha apportato da sola quasi la metà dei punti guadagnati dall’indice Nasdaq 100 nella giornata odierna. Ma oggi si deve parlare di Nvidia (+11,3%), la prossima presentazione (sembra imminente)  del nuovo Tegra versione 3D potrebbe davvero risultare esplosiva per il settore. Il mercato ci crede, basti pensare che in questi 24 giorni dall’inizio dell’anno le azioni dell’azienda di Santa Clara hanno guadagnato oltre il 60%.
 
Di poco conto i ribassi, se escludiamo il -3,1% di F5 Networks ormai bersagliata dalle vendite dopo le recenti vicissitudini.
 
Giancarlo Marcotti per Finanza In Chiaro.
 
Canale YouTube
COME "ABBATTERE" LA BCE
EURO DISASTRO Perché gli italiani non hanno ancora capito
PIANO B - riprendiamoci la sovranità
FTSE Mib
Gli Ultimi Commenti
Osservatorio internazionale