Le Borse si infiammano, Piazza Affari superstar

Giancarlo Marcotti Commenta per primo

Euforia nei cinque continenti

La galassia Agnelli conclude una seduta “storica”, Fiat e Cnh Ind. polverizzano i loro massimi assoluti. Fixing record anche per Finecobank. In calo solo Campari.

Il buongiorno si vede dal mattino, e Tokyo aveva inviato un segnale inequivocabile, il Nikkei (+3,3%) aveva infatti concluso le contrattazioni superando i 23.500 punti, un livello che l’indice giapponese non registrava dall’ottobre 1991, ossia da oltre 25 anni!!!

L’Europa non poteva che adeguarsi all’euforia profusa a piene mani dalla Borsa del Sol Levante, ed in effetti anche nel Vecchio Continente i listini azionari hanno fatto registrare rialzi degni di nota.

Londra (+0,3%) per la verità ha limitato il guadagno fermandosi ad un soffio dal massimo storico registrato venerdì scorso, Francoforte e Parigi, invece, hanno messo a segno ottime performances, il Dax (+1,5%) è tornato ad oltrepassare i 13.000 punti, mentre il Cac (+1,6%) ha scavalcato l’asticella posta a 5.400 punti.

La seduta odierna, tuttavia, verrà ricordata in particolare gli investitori italiani, il nostro Ftse Mib (+2,77%) ha messo a segno un’eccellente performance grazie in particolare ai titoli della galassia Agnelli.

Fiat Chrysler (+8,36%) ha polverizzato il proprio record storico facendo segnare al fixing una quotazione astronomica: 16,85 euro!

Stessa sorte per Cnh Industrial (+3,11%) atterrata su quota 11,61 euro

L’holding Exor (+6,86%) non poteva esser da meno visto che anche Ferrari (+4,17%) ha voluto partecipare alla festa del Lingotto.

E visto che siamo in tema di massimi storici, segnaliamo anche il nuovo record di Finecobank (+4,02%) che ha concluso la giornata con un “pieno” (minimo in apertura e massimo in chiusura) a quota 8,8 euro, mentre la capogruppo Unicredit (+3,42%) ha messo a segno il terzo rialzo di fila.

La miglior performance odierna, per i titoli appartenenti al comparto bancario, tuttavia, spetta ad Ubi Banca (+4,97%) che rimbalza con vigore dopo una serie di battute a vuoto.

Festeggiano oggi anche gli azionisti di A2A (+3,56%), Leonardo (+3,28%), Prysmian (+3,22%), Enel (+3,15%) e Snam Rete Gas (+3,13%).

Un solo titolo malinconicamente in rosso, si tratta di Campari (-0,63%) giunto al quarto ribasso di fila.

Giancarlo Marcotti per Finanza In Chiaro

Articoli correlati

Video
I più letti
FTSE Mib
Gli Ultimi Commenti
Osservatorio internazionale