Le Borse tornano a salire

Giancarlo Marcotti Commenta per primo

Mario Draghi rassicura i mercati

Molto bene Salvatore Ferragamo, Italgas e Cnh Ind., scendono invece Azimut, Buzzi Unicem, Mediaset, Generali ed Exor. Invariata Brembo.

La partenza era negativa per le Borse del Vecchio Continente, la chiusura di Tokyo (-1,4%) non incoraggiava, ma il pessimismo durava solo un’ora, poi null’altro che acquisti fino al fixing.

Londra (-0,3%) ha recuperato solo parzialmente le perdite di inizio seduta, mentre Francoforte (+0,2%) e soprattutto Parigi (+0,7%) hanno messo a segno significativi guadagni, in particolare  l’indice di riferimento della Borsa francese ha terminato ad un soffio dal massimo dell’anno.

A chi va attribuito questo mezzo miracolo? Naturalmente al nostro Mario Draghi!

Il Presidente della Bundesbank Jens Weidmann, dopo le minute della Fed rese note ieri sera, non si era lasciato sfuggire l’occasione di dichiararsi favorevole alla “rimozione degli stimoli monetari”, Ma SuperMario ha immediatamente risposto che la politica monetaria europea viene decisa collegialmente e per il momento “è appropriata”.

Zittito il “rigorista” tedesco i mercati sono partiti al rialzo, ed anche Wall Street ne ha beneficiato, in questo momento gli indici a stelle e strisce stanno guadagnando circa tre decimi di punto percentuale.

Il nostro Ftse Mib (+0,22%) termina con una freccia verde, senza particolari exploit, ma con acquisti a pioggia.

Best performer di giornata Salvatore Ferragamo (+2,45%) che da inizio anno sta mettendo a segno un’eccellente performance (+26,7%), alle sue spalle Italgas (+1,97%), mentre completa il podio Cnh Ind. (+1,93%), oggi abbiamo assistito al rimbalzo di Fiat Chrysler (+0,88%), tuttavia Exor (-0,75%), nonostante abbia concluso sul massimo di seduta, è scesa nuovamente dopo la conferma da parte di John Elkann della notizia che nel 2019 Marchionne lascerà Fca.

Performances superiori al punto percentuale anche per Leonardo (+1,82%), Ubi Banca (+1,51%), Banca Generali (+1,35%) e Bper Banca (+1,23%).

Maglia nera ad Azimut (-1,46%) dopo l’exploit della vigilia mentre scendono per la quarta seduta di fila Buzzi Unicem (-1,28%), Mediaset (-1,16%) e Generali (-1,03%).

Giancarlo Marcotti per Finanza In Chiaro

 

Articoli correlati

Video
I più letti
FTSE Mib
Gli Ultimi Commenti
Osservatorio internazionale