Le caratteristiche di un buon broker

Redazione Commenta per primo

Nel momento in cui si desidera cominciare l’attività di trading online è necessario rivolgersi a un broker. Si tratta di una delle tante società che propone questo tipo di attività sul proprio sito. Il broker funge di fatto da intermediario, quindi ci propone diversi affari ogni giorno e si occupa delle nostre personali speculazioni. Inoltre gestisce i fondi che abbiamo a disposizione, si tratta quindi a tutti gli effetti di una società di cui dovremmo fidarci. Meglio quindi selezionare il broker cui rivolgersi in modo attento, per non trovarsi a fine mese con delle brutte sorprese.

Trovare un buon broker online
Oggi trovare il sito di un broker in rete è semplicissimo, basta inserire i termini “trading online” sul nostro browser e otterremo varie pagine di risultati. Chi ci dice però quale sia il broker sicuro che ci offre tutto ciò che desideriamo? Lo strumento migliore per risolvere questo tipo di problema c’è, sono infatti disponibili in rete numerosi siti dedicati proprio a questo: ai consigli e alle recensioni sui vari metodi di trading oggi disponibili. Leggendo le recensioni sul broker Investous, per fare un semplice esempio, si comprendono al meglio tutti i pregi e i difetti della società che lo gestisce. Per fare una scelta oculata è però importante avere ben chiare quali siano le caratteristiche peculiari che ci possono interessare maggiormente, rispetto ad altre.

Qual è il broker migliore
Di fatto non esiste un broker migliore in assoluto, perfetto per qualsiasi trader esistente al mondo. Piuttosto conviene considerare caso per caso quali siano le esigenze del trader. Ad esempio una caratteristica fondamentale riguarda la piattaforma di trading che ci viene messa a disposizione. Se siamo trader alle prime armi tale piattaforma dovrà essere semplice e intuitiva, senza troppi fronzoli. Per un trader esperto invece la piattaforma potrà essere anche più complessa, ma dovrà mettere a disposizione affari in tutti i mercati che interessano l’investitore. Chi si sta avvicinando ora al mondo del trading online dovrebbe prediligere i broker che offrono anche corsi e guide dedicati al trading online, o addirittura la disponibilità di un consulente sugli investimenti più interessanti del giorno.

Quanto costa fare trading
Anche questo elemento è importante, visto che l’attività del broker non ci viene offerta a titolo completamente gratuito. Si deve invece pagare una piccola cifra per ogni investimento effettuato; ma ci sono broker che invece preferiscono la formula dell’abbonamento, mensile o annuale. Di fatto invece di saldare una cifra per ogni transazione, si paga una volta sola e poi si effettuano tutte le transazioni che si desiderano. Per chi svolge ogni giorno un’intensa attività spesso questa è la soluzione più interessante, a patto di trovare un abbonamento non eccessivamente costoso. Importante è anche valutare gli stili di trader del singolo investitore; ci sono infatti piattaforme di trading che prediligono affari a breve termine, altre che offrono quasi esclusivamente speculazioni a lunga durata, o che scadono ogni 5-10 minuti. Visto che ogni trader ha preferenze del tutto personali, per scegliere il broker giusto è importante predisporre un elenco di ciò che si desidera, per poi trovare il sito che risponde alla maggior parte di tali desideri.

Canale YouTube
COME "ABBATTERE" LA BCE
EURO DISASTRO Perché gli italiani non hanno ancora capito
PIANO B - riprendiamoci la sovranità
FTSE Mib
Gli Ultimi Commenti
Osservatorio internazionale