Luxottica dice addio a Wall Street

Redazione Commenta per primo

A causa dei bassi volumi di scambi e degli alti costi di gestione, Luxottica Group ha deciso di ritirarsi da Wall Street.

Tra maggio 2016 e maggio 2017 gli scambi negli States hanno rappresentato solo il 3.7% dei volumi giornalieri sul titolo Luxottica; per tale ragione il Consiglio di Amministrazione della società italiana ha deciso di avviare la procedura di delisting dal New York Stock Exchange.

Nonostante la procedura di delisting, il gruppo Luxottica ha tenuto a precisare che non intende abbandonare il mercato americano, come si legge nel comunicato pubblicato nella tarda serata di martedì: “la decisione non influisce in alcun modo sulla nostra visione strategica per gli Stati Uniti, che rimane per noi il principale mercato”.

In virtù di questa operazione l’azienda potrà contare su notevoli risparmi e quindi maggiori benefici per gli azionisti, anche in vista del prossimo progetto di integrazione con Essilor; le azioni americane continueranno comunque ad essere negoziate presso la Borsa Italiana.

La procedura inizierà intorno al 6 giugno 2017 e la completa uscita dal NYSE si concluderà all’incirca in 10 giorni.

A Piazza Affari la scelta di abbandonare la borsa americana non è stata accolta di buon grado; il titolo nella sessione di mercoledì si è mosso al ribasso, chiudendo con un -2,27% a quota 53,85.

In un ottica di medio periodo ci sono comunque molte aspettative da parte degli investitori su Luxottica, legate in particolare alla prossima fusione con Essilor; tale operazione genererebbe infatti uno dei più grandi leader nel mercato delle lenti al mondo.

di Francesco Palmisano Head of sales EXANTE

 

Articoli correlati

Video
I più letti
FTSE Mib
Gli Ultimi Commenti
Osservatorio internazionale