Novità in ambito assicurativo: l’assicurazione temporanea

Simone Rodriguez Commenta per primo

Quando nel nostro Paese si parla di assicurazione si pensa subito ad una polizza di durata minima annuale, che ci copre da una serie di problematiche che si possono verificare nel corso del tempo. Visto che il costo è correlato alla durata, spesso in situazioni di vario genere non si pensa neppure alla stipula di un contratto di assicurazione, perché la si considera una spesa eccessiva e poco motivata. Si pensi ad esempio all’occasione di una gita domenicale sugli sci: un’elevata percentuale di sciatori in Italia no possiede un’assicurazione sugli infortuni sportivi, soprattutto nel caso in cui si tratti di uno sportivo occasionale. Peccato, visto che da tempo anche in Italia sono disponibili le assicurazioni temporanee.

Cos’è un’assicurazione temporanea

Contrariamente a quanto avviene per una polizza assicurativa tradizionale, le assicurazioni temporanee hanno una durata ben precisa nel tempo e molto breve. Alcune compagnie infatti permettono ai loro clienti di assicurarsi per uno specifico evento, per un periodo che parte da un minimo di un singolo giorno. Tale offerta è disponibile ad esempio presso la compagnia Yolo insurance, con offerte decisamente interessanti. La copertura assicurativa è simile a quella di una polizza di maggiore durata, solo che è compresa in un termine di tempo molto ristretto. Le assicurazioni temporanee sono disponibili per qualsiasi situazione immaginabile, quindi sia per lo sciatore occasionale di cui parlavamo prima, ma anche per chi prende in prestito l’automobile del suocero per una gita domenicale, o per chi deve fare dei piccoli lavori in casa, come ad esempio dipingere una stanza o sistemare il giardino. L’assicurazione temporanea può coprire anche dei beni, ad esempio uno strumento musicale o un mezzo, o anche un dispositivo elettronico.

Perché fare l’assicurazione temporanea

La risposta corretta sarebbe: perché no? In genere chiunque di noi nel corso di una comune settimana pratica delle attività che potrebbero risultare rischiose. In rare situazioni si possiede un’assicurazione, si pensi ad esempio a chi fa un abbonamento in palestra o a chi partecipa a una competizione. In tutte le altre situazioni si possono verificare sinistri per i quali non siamo coperti. Poniamo il caso di un ragazzo che viene chiamato per un concerto in un locale e deve portarsi il suo strumento di proprietà, o a chi desidera fare una passeggiata in montagna una bella domenica mattina di sole. Sono pochi i soggetti che possiedono un’assicurazione sul loro violoncello o sulle passeggiate in montagna, anche perché fino a poco tempo fa sarebbero stati obbligati a stipulare un contratto di durata annuale e di costo decisamente elevato. Di solito solo chi ha un’attività sportiva intensa, chi fa concerti per molti giorni all’anno, chi viaggi spesso con il suo computer o con l’apparecchiatura fotografica che usa per la sua professione ha una polizza assicurativa che copre ciò a cui tiene, compreso lui stesso. L’assicurazione temporanea permette anche a chi pratica uno sport o una certa attività in modo saltuario di avere una polizza assicurativa.

Quanto costa e come si ottiene

Il costo di una polizza assicurativa temporanea dipende da una serie di fattori, tra cui cosa si intende assicurare e per quanto tempo. Ovviamente se si vuole coprire con l’assicurazione un bene molto prezioso, poniamo un pianoforte a coda, si pagherà una cifra ben superiore rispetto al caso in cui si intende proteggere la chitarra da dilettante appena acquistata. Lo stesso avviene se il periodo della copertura assicurativa è una settimana o un giorno. Per avere a disposizione questo servizio è sufficiente scegliere la compagnia assicurativa preferita, per poi aprire un account come cliente. L’attivazione della copertura temporanea avviene online, in modo che il singolo utente si possa muovere rapidamente anche all’ultimo minuto.

Articoli correlati

Video
I più letti
FTSE Mib
Gli Ultimi Commenti
Osservatorio internazionale