Opzioni binarie, per il trader Luca Discacciati intuito e adrenalina sono le chiavi del successo

Redazione Commenta per primo

Sono la nuova e più moderna forma di trading online, dove intuito e conoscenza si mescolano a una grande dose di audacia. Stiamo parlando delle opzioni binarie, strumento finanziario che consente di fare trading prevedendo l’andamento del prezzo di un bene su di un mercato come il forex o il mercato delle materie prime. Non tutti però ne conoscono appieno le potenzialità e i rischi connessi.
Lo sa bene Luca Discacciati trader e analista indipendente italiano, da sempre appassionato ai mercati finanziari e che proprio negli ultimi anni si è dedicato allo studio delle opzioni binarie tenendo dei corsi di formazione sulla piattaforma del noto gruppo londinese IG. A lui abbiamo chiesto i rischi e le potenzialità di queste nuove forme di investimento. Sensibilità, adrenalina e competenza sono per lui gli ingredienti indispensabili per un investimento di successo.

Si sente sempre più spesso parlare nel trading online di “opzioni binarie”. Ma esattamente in cosa consistono?
«Il trading con le opzioni binarie è un modo di fare trading sostanzialmente più facile rispetto a quello tradizionale. Se in quest’ultimo caso dobbiamo decidere oltre alla direzione della nostra operazione – al rialzo o al ribasso – anche il momento in cui uscire, in profitto o con una perdita, non è cosi con le opzioni binarie. Questo strumento ci consente, infatti, di stabilire solo la scadenza che avrà la nostra operazione e, chiaramente, la direzione al rialzo o ribasso».

Possiamo dunque definirle un mix di intuito e scommessa?
«Senza dubbio l’intuito, come nel trading tradizionale, è importante. Bisogna avere una certa sensibilità sui prezzi del sottostante per entrare in sintonia con lo strumento su cui si sta facendo trading. A questo si aggiunge un bel po’ di adrenalina, data dal fatto che abbiamo un countdown che scandisce il tempo che ci separa dal profitto o dalla perdita. Generalmente nelle opzioni binarie le scadenze variano da un minuto a qualche ora».

Quali sono i vantaggi e quali i rischi?
«Uno dei vantaggi è sicuramente il non dover concentrarci su tanti fattori come ad esempio lo stop loss o il target price del trading tradizionale, ma solamente sulla direzione del mercato. Inoltre sappiamo già in partenza quale potrebbe essere la perdita massima a cui andiamo incontro qualora l’investimento non si rivelasse corretto. Altro elemento a favore delle opzioni binarie è la particolarità dello spread nelle operazioni, elemento questo molto vantaggioso soprattutto nelle fasi di alta volatilità dove lo spread tende ad allargarsi. Viceversa, uno dei rischi è il mancato utilizzo della leva cosa che, personalmente, vivo come uno svantaggio ma che potrebbe, di fatto, rivelarsi un vantaggio per altri traders».

La domanda che molti si fanno: è possibile guadagnare con le opzioni binarie?
«Si, è possibile. Non bisogna però confondere la semplicità dello strumento con una presunta facilità di guadagno. Essendo uno strumento finanziario a tutti gli effetti, racchiude un rischio di perdita assolutamente da non sottovalutare».

Investimenti a portata di tutti anche grazie alle tante app sui dispositivi mobili. Ma importante è affidarsi anche a dei broker seri. Come riconoscerli?
«Riconoscere un broker serio è abbastanza facile. Basta verificare che sia autorizzato da una autorità seria e riconosciuta come per esempio la FCA inglese. Personalmente collaboro con IG in quanto, oltre a essere autorizzato dalla FCA e quotato in borsa sul mercato londinese, garantisce un elevato standard di sicurezza. Altrettanto facile è riconoscere i broker da evitare. Un broker con una sede in un paradiso fiscale, come il Belize o le British Virgin Island, sarebbe davvero difficile da contattare in caso di problemi».

Lei tiene molti corsi d’informazione sul web che aiutano gli investitori a muoversi tra titoli e azioni. Uno di questi – sulla piattaforma del broker IG – è proprio dedicato alle opzioni binarie. Una sorta di guida per chi si avvicina per la prima volta a questa nuova forma di investimento?
«Esattamente. Le opzioni binare sono un ottimo strumento per cominciare ad avventurarsi nel mondo del trading, un po’ come un campo pratica per un golfista novizio. Le opzioni binarie, con i loro vantaggi e con i loro limiti, sono un ottimo strumento per cercare quella sintonia con i prezzi, utile a capire i tempi dei mercati finanziari».

Quali sono secondo lei i titoli su cui investire oggi?
«Non ci sono titoli più giusti degli altri. Parlando di opzioni binarie due sono le caratteristiche che devono avere gli strumenti su cui facciamo trading. La prima consiste in un elevato livello di liquidità, che ci viene garantito solamente da strumenti molto liquidi, appunto, come le valute principali: Eur/Usd, Gbp/Usd e Aud/Usd o i principali indici Dax, Ftse100 e altri. Il secondo elemento essenziale, affinché si possano avere buone chance di guadagno con le opzioni binarie, è il pay out ovvero “quanto paga” percentualmente l’opzione binaria che si va a negoziare. Naturalmente più alto è il pay out, meglio è. Insomma basta conoscere le regole e affidarsi ai broker giusti e l’investimento può essere davvero a portata di tutti».

Articoli correlati

Canale YouTube
COME "ABBATTERE" LA BCE
EURO DISASTRO Perché gli italiani non hanno ancora capito
PIANO B - riprendiamoci la sovranità
FTSE Mib
Gli Ultimi Commenti
Osservatorio internazionale