Piazza Affari ancora la migliore

Giancarlo Marcotti Commenta per primo

Bene anche Francoforte, giù New York

Poste Italiane e Moncler migliorano il loro record storico. Svetta Recordati davanti a Brembo ed Italgas. Sul fondo Tenaris, in calo anche Buzzi Unicem.

Domani sentiremo che ha da dirci Mario Draghi, ma riteniamo che non ci saranno grandi novità. Forse però … magari ci dice che per il Qe ci saranno i tempi supplementari, o meglio il “recupero” dei tempi supplementari visto che per quella operazione, anziché gli esami, sono le proroghe a non finire mai.

E forse per questo motivo dopo l’ottima seduta della vigilia Piazza Affari … ha raddoppiato, mettendo a segno ancora un rialzo superiore al punto percentuale e risultando la migliore fra le Piazze borsistiche del Vecchio Continente.

E va sottolineato che non si è lasciata intimorire dalla debolezza di New York che sta scontando qualche scossone all’interno dello staff di Trump.

Se la politica pare penalizzi Wall Street da noi sta accadendo l’esatto contrario, l’esito elettorale sta galvanizzando la nostra Borsa, nessuna preoccupazione per l’obiettiva difficoltà che pare esserci per la formazione di un nuovo governo.

Dopo che il nostro Ftse Mib (+1,22%) non ha ceduto su quota 21.500 punti, in tre sedute ha recuperato 1.000 punti ed ora ci ritroviamo in area 22.500 punti, insomma il guadagno da inizio anno torna a sfiorare i tre punti percentuali.

Ed ecco che dopo aver temuto il peggio sembra che sia ritornata la fiducia, non tanto sui mercati, quanto proprio sulla nostra Borsa, gli acquisti infatti hanno riguardato tutti i settori.

Soltanto tre titoli hanno terminato la giornata sotto la soglia della parità, si tratta di Tenaris (-1,15%), Buzzi Unicem (-0,72%) e Cnh Ind. (-0,14%).

Torna a guidare la classifica dei rialzi Recordati (+3,28%) che perlomeno è tornata in area 30 euro, ma i margini di recupero sono ben superiori.

Dopo il boom con il quale ha cominciato l’ottava innesca la quarta Brembo (+2,78%), insomma la società non “frena”.

Terzo gradino del podio per Italgas (+2,68%), per il titolo ora si apre una fase decisamente interessante, per alcuni l’obiettivo è il ritorno in area 5 euro, mi sembra abbastanza ambizioso.

Ma la palma di titolo del giorno spetta di diritto ad una accoppiata vincente: Poste Italiane (+2,64%) e Moncler (+2,51%) che facendo segnare al fixing rispettivamente 7,152 euro  e 28,95 euro ritoccano entrambi il proprio record storico.

Giancarlo Marcotti per Finanza In Chiaro

 

Articoli correlati

Video
I più letti
FTSE Mib
Gli Ultimi Commenti
Osservatorio internazionale