Piazza Affari: ancora un passo avanti

Giancarlo Marcotti Commenta per primo

Nessun segnale di allarme

Vola Enel, ritoccano il massimo storico anche Atlantia, Terna, Campari ed Italgas. Prese di profitto su Prysmian, Buzzi e Ferrari, bene Banca Generali.

Contrastate le principali Piazze borsistiche europee, nuovo ennesimo massimo storico per Londra (+0,91%) che conferma il momento straordinario mettendo a segno il nono rialzo di fila.

Positivo anche il nostro Ftse Mib (+0,38%), mentre scendono leggermente il Dax di Francoforte (-0,02%) ed il Cac di Parigi (-0,21%).

Il nostro indice principale è stato sorretto anche oggi dalle utilities, quasi tutti contrastati gli altri comparti a cominciare dagli industriali, la maglia nera è andata a Prysmian (-1,74%) in cerca di un livello sul quale adagiarsi così come Buzzi Unicem (-1,37%) e Ferrari (-1,23%).

Tendenzialmente negativi i bancari, si salva Unicredit (+0,12%) ma fanno segnare cali ben maggiori Bper Banca (-1,65%), Mediobanca (-1,09%), Banco BpM (-0,92%) ed Ubi Banca (-0,83%).

Contrastato il lusso, ai cali di Salvatore Ferragamo (-1,26%) e Yoox Net-a-Porter (-0,20%) fanno da contraltare i guadagni di Luxottica (+0,46%) e Moncler (+0,50%).

Contrastati gli assicurativi, male Unipol (-1,15%), limita le perdite UnipolSai (-0,18%) e bene Generali (+1,01%).

Contrastati i petroliferi in calo con Tenaris (-1,10%) e Saipem (-0,40%) mentre Eni (+0,33%) continua la risalita verso i massimi del 2017 toccati proprio nelle prime sedute dell’anno.

Ma diamo uno sguardo alla parte alta della classifica, titolo del giorno, senza dubbio, Enel (+2,41%) che polverizza il precedente record storico atterrando a quota 4,682 euro.

Ed allora come di consueto segnaliamo anche gli altri record storici ritoccati in giornata, non si ferma Atlantia (+1,69%) che traguarda anche quota 25 euro, e non si ferma Terna (+1,42%) che al fixing fa segnare una quotazione davvero importante: 5 euro tondi tondi! Ed ancora massimi assoluti battuti da Campari (+0,41%) ed Italgas (+0,39%).

Da segnalare infine l’ottima performance di Banca Generali (+1,97%), gli azionisti devono ritenersi più che soddisfatti visto che da inizio anno il titolo sta guadagnando oltre 25 punti percentuali.

Giancarlo Marcotti per Finanza In Chiaro  

 

Articoli correlati

Video
I più letti
FTSE Mib
Gli Ultimi Commenti
Osservatorio internazionale