Piazza Affari Booooommmm

Giancarlo Marcotti Commenta per primo

Ftse Mib +2,30%!!!

Vola il settore bancario al gran completo. Gran balzo di Enel dopo un’ottima trimestrale, bene anche Mediaset e Gtech. Sprofonda Prysmian dopo i conti.

Ieri i titoli del nostro settore bancario non li voleva nessuno ed oggi ci si è accapigliati per comprarli. Le nostre Banche? Sono aziende sanissime! Sofferenze? Ma cosa sono? Gli Istituti di Credito fanno a gara per concedere fidi alle aziende, agli artigiani, ai commercianti, ai liberi professionisti ed a tutti coloro che vogliono comprarsi una casa, ristrutturarla o soltanto cambiare la macchina.

Entrate in una Banca dicendo che siete un lavoratore autonomo e chiedete un fido, vediamo se il Direttore riesce a trattenersi o meno dalle risate!

Ma chi è l’artefice del miracolo al quale abbiamo assistito oggi in Borsa? Ma è lui! Lui chi? Lui, SuperMario Draghi, colui che da quando siede sulla poltrona più importante della Bce ha continuato a promettere, finora senza mai mantenere, però lui continua a promettere ed ora sembra proprio che, almeno per una volta, seguiranno i fatti.

Sì abbiamo usato il futuro perché se accadrà qualcosa (il “se” è d’obbligo) non sarà prima di giugno.

Ed allora il mercato festeggia, festeggia la promessa di Draghi, dimenticando però una cosa: ammesso e non concesso che dalla Bce arriverà un “aiutino” in particolare per i disastrati Paesi periferici, ciò accadrà soltanto perché la situazione è talmente seria che si rischia il collasso.

Ed anche queste promesse di aiuto sono posticipate a dopo le elezioni europee, io penso che gli euroburocrati di Bruxelles hanno una tale paura che alla prossima tornata elettorale ci sia il boom degli antieuropeisti che per contrastarli ricorrono a tutti i mezzi possibili. Ed allora lasciatemelo dire: Lauro (quello della scarpa), dilettante!!!

Ma torniamo a Piazza Affari, ecco le performances del nostro comparto bancario: Bper (+6,48%), BpM (+5,79%), Ubi Banca (+5,77%), Banco Popolare (+4,83%), Intesa SanPaolo (+4,60%), Unicredit (+3,47%), Banca MPS (+2,27%) e Mediobanca (+2,01%) che ha comunicato la trimestrale.

Splendida seduta anche per il “gruppo Enel”: Enel (+5,19%) ed Enel Green Power (+4,31%). Fulvio Conti si congeda con una trimestrale decisamente superiore alle attese.

Salgono di oltre tre punti percentuali anche Mediaset (+3,51%) e Gtech (+3,28%).

Sul fondo della classifica troviamo Prysmian (-6,49%) pesantemente venduto dopo una trimestrale che ha visto l’utile netto calare del 69,2% a 12 milioni.

In rosso rimane poi soltanto la galassia Agnelli al completo: Exor (-0,62%), Fiat (-0,53%) e Cnh Ind. (-0,36%).

Giancarlo Marcotti per Finanza In Chiaro   

Articoli correlati

Canale YouTube
COME "ABBATTERE" LA BCE
EURO DISASTRO Perché gli italiani non hanno ancora capito
PIANO B - riprendiamoci la sovranità
I più letti
FTSE Mib
Gli Ultimi Commenti
Osservatorio internazionale