Piazza Affari: è bufera? No, un semplice temporale

Giancarlo Marcotti Commenta per primo

In rosso l’intera Europa

Il calo della Borsa milanese si ridimensiona dopo l’apertura di quella americana. Da sottolineare il guadagno di Saipem (+0,7%) il solo titolo in controtentenza.

Bruxelles e Francoforte prima o poi lo capiranno: non è l’Italia ad aver bisogno dell’Europa, ma l’Europa ad aver bisogno dell’Italia. Adesso devono decidere loro, i burocrati europei, gli italiani hanno già deciso: non saranno più sudditi.

Ovviamente la reazione dei cosiddetti mercati c’è stata, ma la notizia del giorno non è la discesa della Borsa italiana, bensì il fatto che anche Francoforte (-1,5%) ha subito un forte scossone, con Commerzbank (-4,8%) e Deutsche Bank (-3,4%) vendute a piene mani.

E poi c’è stata un’altra notizia, ancora più importante, che il grafico odierno del nostro Ftse Mib (-3,72%) mette in luce: Wall Street ha fatto capire che non lascerà l’Italia da sola!

Ed anche i mercati valutari sembrano corroborare questa tesi, con un cambio Eur/Usd che in mattinata è sceso ben al di sotto si quota 1,16 per poi risalire sopra questa soglia dopo l’apertura della Borsa americana.

Ovviamente ci saranno strascichi, gli euro-burocrati faranno di tutto per piegare quel minimo di sovranità che ha ancora il popolo italiano, ma oggi hanno capito perlomeno che non hanno più a che fare con dei leccapiedi, l’era Monti/Letta/Renzi/Gentiloni è definitivamente tramontata e non potranno più trattare gli italiani come sudditi.

Sia ben chiaro, io non amo vedere le manifestazioni di giubilo, occorre lavorare con serietà, non stiamo facendo una gara, ma è innegabile che l’Italia oggi ne è uscita a testa alta.

Ora un fine settimana per “decantare” tutte le emozioni vissute oggi, vedremo poi cosa ci riserva l’ultimo trimestre di questo scoppiettante 2018.

Giancarlo Marcotti per Finanza In Chiaro          

 

Articoli correlati

Canale YouTube
COME "ABBATTERE" LA BCE
EURO DISASTRO Perché gli italiani non hanno ancora capito
PIANO B - riprendiamoci la sovranità
I più letti
FTSE Mib
Gli Ultimi Commenti
Osservatorio internazionale